Atalanta, ora ti devi rialzare: testa al Lecce

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

L’Atalanta esce sconfitta contro lo Shakhtar, in una partita nella quale la Dea ha perso al 90′. La delusione è tanta ma ora è inutile piangere sul latte versato: serve rialzare la testa. Domenica arriva il Lecce in quello che è l’esordio della nuova Curva Pisani: coperta, moderna e composta da novemila posti a sedere. Il contesto perfetto per portare a casa i primi tre punti interni e magari avvicinarsi al duo composto sia dall’Inter di Antonio Conte che dalla Juventus di Maurizio Sarri. Certo, c’è ancora qualcosa da migliorare ma l’ottimismo non deve mai mancare, come dice spesso mister Gasperini: “l’Atalanta o vince o impara“.

ERRORI DI ESPERIENZA, NON INCOMPETENZA: GIUSTO COSI’ – Ieri sera l’Atalanta ha dimostrato che in Champions League può dire la sua, ma ha commesso anche degli errori: pochi, ma quel tanto che basta da perdere il match. Queste postille fanno assolutamente la differenza. Dea incompetente in Champions? Assolutamente no, i nerazzurri hanno voglia, carattere e organizzazione per poter dire la loro, ma quello visto in Coppa dei Campioni è dato dalla poca esperienza sul campo: aspetto che aiuta a farti crescere. Meglio commettere degli errori di questo tipo o sbagliare perché non si è capaci? Ovviamente la prima. Mancano ancora quattro partite e tutto può accadere: se contro la Dinamo Zagabria si è imparato ad non emozionarsi troppo, contro lo Shakhtar si è appreso di correggere determinati appunti tattici.

INUTILE PIANGERE IL LATTE VERSATO: SERVE PENSARE AL LECCE – La sconfitta di ieri non deve influenzare sul percorso in campionato: l’Atalanta è terza in classifica (a pochi punti dalla vetta) e domenica affronterà un Lecce alla ricerca di punti salvezza. Ora come ora è inutile piangere sul latte versato. Crisi stile post Copenaghen? Non scherziamo, sono due contesti diversi nella quale non c’è comparazione; infatti la Dea sta bene psicologicamente e con una maturità abbastanza invidiabile. Staremo a vedere se i nerazzurri centreranno la terza vittoria consecutiva nella loro nuova casa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: