Champions League: il Manchester City batte l’Atalanta per 5 a 1

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Tempo di lettura: 4 minuti.

Dopo questa partita anche i più scettici capiranno il perché

Gasperini

sia stato nominato cittadino onorario di Bergamo dalla giunta comunale, in quanto, nonostante la sconfitta e la maggior qualità  degli avversari, non ha mai smesso di giocare e cercare la via del goal.
Forse, azzardando una mia personale ipotesi, uscito Masiello ( già  ammonito) la dea si è  aperta dietro e gli inglesi hanno dilagato nel secondo tempo.
La differenza di ieri  sera è  stata quella che Sterling non ha sbagliato nemmeno un’azione ed è  stato anche autore di una tripletta, mentre Ilicic ne ha sbagliate molte anche se a lui va il merito di aver procurato il calcio di rigore.

Gli orobici, per 34 minuti, non solo hanno retto l’onda d’urto dei Citizen, ma addirittura si sono trovati in vantaggio al 28 del p.t. grazie al penalty trasformato da Malinovskyi, mandando in delirio tutti i tifosi bergamaschi e non solo.

Come spesso accade, se si stuzzica il cane che dorme,  questo si risveglia facendo un solo boccone dell’avversario e grazie alle prove maiuscole di Aguero e flash Gordon Sterling, rifila 5 reti alla forte Atalanta, che ieri sera, per lunghi tratti, ha dimostrato la  grande  bellezza del calcio italiano.
Il risultato forse è  troppo pesante, ma nonostante il passivo, gli atalantini escono dal campo a testa alta e con dignità, ricevendo anche i complimenti di Pep.Guardiola, che sono sempre graditi.

I nerazzurri  non hanno perso, ma  imparato una nuova lezione , e sarà  solo questione di tempo, per cui i giovani di Gasperini miglioreranno anche  in campo internazionale, e noi aspetteremo con attenzione  e fiducia questo miglioramento, perché la squadra  gioca  sempre  per vincere e mai per portare  a casa il  punticino arroccandosi in difesa, e pertanto il tecnico italiano  va solo ringraziato  per questa serata di bel calcio europeo.

Leggi anche:  Champions League, Lazio-Zenit 3-1: Immobile show, ipoteca sugli ottavi

cronaca : primo tempo

Gli inglesi scendono in campo con il 4-3-3, mentre gli italiani con il 3-4-1-2.

I ritmi sono altissimi fin dall’inizio,  ma la prima vera azione avviene al 19mo, con Ilicic, che dal limite impegna il portiere Ederson con un tiro rasoterra.
Successivamente il City accelera , ma la dea contiene le sfuriate inglesi di Sterling e company.
Al 23mo Aguero,servito dal velocissimo Sterling, sfiora il goal ,con Gollini che con la punta delle dita, evita lo svantaggio.
Insiste ancora la squadra di Guardiola con Foden che serve l’onnipresente Aguero,Il quale in area spara alto sulla traversa.
Nel miglior momento dei biancocelesti,  l’Atalanta, grazie ad una ripartenza,si procura il calcio di rigore con Ilicic su assist di Malinovskyi, che viene atterrato in area da Fernandinho al 26mo.
Sul dischetto va Malinovskyi, che spiazza il portiere, e sugli spalti è  festa grande per tutti i tifosi giunti dall’Italia(circa3000).
Il vantaggio dura solo 6 minuti quando, al 34mo, Sterling serve in area Aguero, che anticipa tutti e pareggia i conti. Continua il pressing dei britannici, che grazie al marziano Sterling, si procurano al 37mo il rigore su atterramento da parte di Masiello; dagli 11 metri va l’argentino Aguero, che con grande precisione la mette dentro togliendo ogni speranza all’estremo difensore orobico.
Grazie all’azione innescata dal fulmineo Sterling, Gollini devia una bordata del difensore Walker al 44mo e dopo 2 minuti di recupero il primo tempo termina col vantaggio
Del Manchester City.

Leggi anche:  Fiorentina: Prandelli stecca al debutto

Secondo tempo:

Entrano da subito Pasalic e Muriel, al posto di Masiello e Gomez.Nei primi  minuti la gara è  ancora in fase di studio.
Ilicic al 51mo preferisce fare tutto da solo piuttosto che servire il ben posizionato Castagne e il suo tiro-cross fara’ disperare il Gasp.
La prima occasione è  di De Bruyne al 54mo, che da fuori  area  impegna  Gollini, che devia  in angolo.
Al 58mo il solerte Sterling finalizza un’azione corale inglese e davanti alla porta, segna la rete del 3a1 senza alcuna  difficoltà .
L’Atalanta non demorde e continua a giocare e al 61mo dopo una bellissima azione  rifinita da Ilicic, impegna severamente Ederson e sugli sviluppi della stessa, ancora una volta lo sloveno centra i pali e l’estremo difensore inglese neutralizza il tiro.
Passano appena 3 minuti e la saetta Sterling si beve Toloi e mette dentro il secondo dei suoi 3 goal e si va sul 4a1 al 64mo.
Nonostante il triplo svantaggio, l’Atalanta continua la sua onesta e coraggiosa partita e da un’ altra azione collettiva ne scaturisce un goal al 66mo grazie a Freuler, ma   viene annullato per giusto fuorigioco.
Strepitosa parata del portiere dell’Atalanta, che respinge il rasoterra dell’indemoniato  Sergio Aguero al 69mo, ma il  5 a 1 arriva comunque, grazie al supersonico Sterling, che servito da Mahrez,aggancia e spara in rete centralmente al 70mo, anticipando il povero  Castagne.
Nonostante il passivo pesantissimo, la squadra del presidente  Percassi non si arrende e al 73mo, con Hateboer sfiora di testa il goal del 2a 5.
L’armata  dei sky blues di Guardiola non è comunque sazia e al 75mo, sfruttando  un errore di Toloi(che scivola),l’inarrestabile Sterling si mangia il goal del 6 a 1 solo davanti al portiere.
Viene espulso all’82mo il talento inglese Foden per doppia ammonizione e quindi per L’ Atalanta ci saranno 11 minuti compreso il recupero,  di superiorità numerica,  per cercare quantomeno di ridurre lo svantaggio.
Ci proveranno prima De Roon e Malinovskyi, i cui tiri finiranno alti sulla luna,e  successivamente, nei 3 minuti finali di recupero,  Freuler,ben servito da Muriel ,e subito dopo lo stesso colombiano su punizione,  ma entrambe le occasioni verranno  neutralizzate dall’attento portiere Ederson e arriva così  il triplice fischio finale dall’arbitro  israeliano Grinfieeld.

Leggi anche:  Un Ibrahimovic famelico...

Formazioni:
Manchester City  : Ederson, Walker, Rodri ( 41 Stones),Fernadinho,Mendy, (72 Cancelo) ,De Bruyne(67 Otamendi), Gundogan, Foden,Mahrez,Aguero, Sterling.
All.Guardiola

Atalanta: Gollini,Toloi,Djimsiti, Masiello (46 Pasalic), Castagne,De Roon, Freuler,Gosenz,Malinovskyi,Gomez,(46 Muriel),Ilicic (72 Hateboer).
All.Gasperini
Ammoniti: Mendy, Masiello, De Bruyne,Otamendi
Espulsi: Foden all’82mo.

Statistiche possesso palla: 56% a 44 % per il Manchester C.
Corner : 7 a 6 Manchester C.
Passaggi totali:  514 a 408 per M.C.
Arbitro : Orel Grinfieeld(Israele)

Spettatori: 50.000 circa

  •   
  •  
  •  
  •