Champions League, mal di trasferta per l’Inter in campo europeo: tabù da sfatare nel momento decisivo della stagione

Pubblicato il autore: gaetanomasiello91 Segui

Champions League, domani sera l’Inter sarà di scena all’ Eden Arena di Praga per la 5.a giornata del Gruppo F delle Uefa Champions League dove affrontranno i padroni di casa dello Slavia Praga. I nerazzurri saranno alle prese con il problema infortuni relativo al centrocampo con i soli Brozovic, Vecino e Borja Valero arruolabili per l’impiego dal 1’minuto. Ma Conte oltre il problema centrocampo dovrà risolvere un altro problema, ovvero il tabù di trasferta legato alle trasferta in Champions League. I nerazzurri non vincono in trasferta in Champions dall’edizione dello scorso anno quando l’allora squadra di Spalletti vinse contro il Psv Eindhoven grazie alle reti di Nainggolan e Icardi. Da quella vittoria i nerazzurri hanno giocato altre quattro volte in trasferta in Champions League e  le ultime due sconfitte sono arrivate contro il Barcellona per 2-1 al Camp Nou e al Signal Iduna Park per 3-2 contro il Borussia Dortmund, quest’ultima la più bruciante dopo il vantaggio iniziale di 0-2 maturato nei primi 45′ di gioco. Sono tra l’altro numeri paradossali perchè l’Inter finora ha sempre vinto in trasferta in campionato, l’ultima vittoria è arrivata sabato 0-3 contro il Torino.

Champions League, momento decisivo per gli uomini di Conte

L’Inter di Antonio Conte è chiamata a vincere per poter sperare nella qualificazione, i nerazzurri devono battere lo Slavia domani e poi il 10 dicembre dovranno fare altrettanto contro il Barcellona per poter accedere agli ottavi di finale. Il passaggio agli ottavi di finale sarebbe importante non solo dal punta di vist sportivo ma anche dal punto di vista economico, infatti la società del presidente Zhang incasserebbe tra i 20 e i 25 milioni, considerando i vari bonus tra sponsor, botteghino e quant’altro. Potrebbe essere anche importante la qualificazione perchè la somma incassata verrebbe utilizzata anche nel mercato di gennaio per poter accontentare Conte e rinforzare l’attuale rosa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: