Atalanta, eroi a Donetsk! Ora la Dea è gli ottavi di Champions League

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Duvan Zapata of Atalanta celebrating after scores a goal
Roma 25-9-2019 Stadio Olimpico Football Serie A 2019/2020 AS Roma – Atalanta Bergamasca Calcio Foto Antonietta Baldassarre / Insidefoto/Sipa USA

L’Atalanta è entrata ufficialmente nella storia: alla sua prima apparizione in UEFA Champions League si qualifica agli ottavi di finale. Un risultato straordinario sotto tutti i punti di vista e assolutamente meritato per la maturità e grandezza degli uomini di Gasperini. Da spacciata a vera e propria realtà che è sempre cresciuta partita dopo partita: coerente nel suo ideale e nel suo modo di giocare.

L’ESPERIENZA AIUTA, ANCHE QUANDO PRENDI DELLE BRUTTE BATOSTE – L’Atalanta aveva cominciato il percorso Champions tutto in salita: era entrata in gioco l’ansia e l’inesperienza della prima volta. A Zagabria un 4-0 con l’emozione nelle gambe, contro lo Shakhtar a San Siro la troppa voglia di vincere è stata fatale in termini di strategia, ed infine Manchester dove si aveva a che fare con degli alieni. Nonostante ciò l’Atalanta non ha mai perso le speranze, e ha fatto tesoro di queste batoste imparando tutto quello che bisognava imparare: studio che porta finalmente risultati (1-1 in casa contro il City, 2-0 sulla Dinamo e il successo a Donetsk per 3-0). “L’Atalanta o vince o impara“, Gasperini sottolinea sempre questa pillola, e i fatti sono evidenti sotto tutti i punti di vista.

SPACCIATA, INDESIDERATA E “UMILIANTE” PER L’ITALIA? I FATTI PARLANO SEMPRE – Queste erano solo alcune, delle tante parole rivolte al percorso che stava facendo l’Atalanta in Coppa dei Campioni. Certo, ieri sera buona parte dell’Italia ha gioito per la grande impresa dei nerazzurri bergamaschi, ma fino a qualche settimana fa la Dea era stata considerata inadatta alla Champions o addirittura una che avrebbe abbassato il ranking UEFA, esplicitando l’idea che meritavano squadre molto più blasonate di stare lì. Queste ovviamente sono opinioni basate sul nulla, perché i fatti parlano sempre ed essi hanno dimostrato tutto il contrario di tutto, nonché la realtà delle cose: l’Atalanta è una grande e merita di stare in Champions League.

L’ATALANTA HA SCRITTO LA STORIA, E IL BELLO DEVE ANCORA VENIRE – La squadra di Gian Piero Gasperini ha scritto una pagina importante della sua storia: centrando un traguardo che fino a qualche anno fa era impensabile. Ora ci si concentra sul campionato perché c’è un posto europeo (e una Coppa Italia da giocare). E gli ottavi? Staremo a vedere che squadra pescherà l’Atalanta, e indipendentemente dall’avversario giocherà la partita alla pari: come ha sempre fatto e farà.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: