Calcio giovanile:Luca Capotosto bomber di razza dell’Unicusano Ternana.

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Luca Capotosto, classe 2004 di Fondi in provincia di Latina a suon di goal, è riuscito a calamitare su di sé l’attenzione di molte società professionistiche , e dopo vari stage e prove,  è approdato alla Ternana, che lo ha fortemente voluto nelle sue giovanili .

I 36 goal nel campionato scorso tra le fila dell’Asd Fondi calcio under 15, nonchè le varie convocazioni con la rappresentativa regionale e quella nazionale della lega dilettanti gli hanno aperto le porte nel calcio  che conta.
Negli ultimi anni il fromboliere Luca ha sorpreso tutti, prima nella città di Terracina e dopo nella squadra del suo paese natio, finendo nel taccuino anche degli osservatori del Napoli, dove ha svolto con successo  alcuni raduni.

Considerando che ha una forte propensione alla rete da attaccante puro e rapace alla Pippo Inzaghi, siamo certi che migliorerà sempre di più e che negli anni a venire riuscirà a ritagliarsi il suo spazio anche in categorie superiori, e chi lo conosce sa che l’attaccante ternano è umile e mantiene sempre i piedi per terra.
Adesso ve lo presento attraverso questa intervista fatta per carpire più cose sulla sua persona.

1 Quando nasce la passione per il calcio?

Luca: nasce da bambino piccolissimo,verso i 6-7 anni.Probabilmente perché a quella età prendevo a calci qualsiasi cosa come se fosse un pallone, perciò dopo aver chiesto ai miei , ho cominciato a giocare a Fondi il paese in cui sono nato e cresciuto.

2 avendo una famiglia di grandi atleti ex professionisti della pallamano italiana e non solo, nonchè 2 cugine Ramona Manojlovic a Salerno e Michela Notarianni a Nuoro (fortissime), che militano in serie A1 femminile dell’handball nazionale, ti hanno stimolato a migliorarti sempre di più?

Luca: bhe, sicuramente è uno dei tanti stimoli , anche perché lo sport in famiglia non è mai mancato,sopratutto a livelli abbastanza alti.

3 quando ti sei reso conto che il tuo ruolo ideale sarebbe stato in attacco?

Luca: mi sono reso subito conto, un po’ come tutti i bambini da piccoli, guardando il giocatore che segnava di più , appunto l’attaccante.Poi anche perché era il ruolo di papà.

4 a quali grandi bomber ti ispiri quando sei in campo ad allenarti?

Luca:  sono cresciuto guardando soprattutto Fernando Torres, Ibra e Van Basten (anche se quest’ultimo solo in qualche video).Mi piace molto Cristiano Ronaldo per la mentalità e la sua voglia di migliorarsi costantemente.

5 ci racconti qualcosa del tuo score nelle categorie giovanili fino ad oggi?

Luca: con gli esordienti “A” 11 e 16 reti,nell’under 14 in 2 anni tra Fondi e Terracina 29 reti, infine nell’ultima stagione tra under 15 e 17 , 38 reti.

6 che importanza hanno mamma e papà nella tua vita ormai quasi da professionista del calcio giovanile?

Luca: la mamma ed il papà sono sempre importanti , è normale, anche perché è il mio primo anno fuori casa.Per il professionismo vero e proprio c’è ancora tanta strada da fare , ma credo e spero che Terni sia un buon punto di partenza.

7 anche tua sorella Lara è sportiva?
Luca: si, ha fatto nuoto per tanti anni , ora da 3 anni suona il pianoforte, e si sta togliendo moltissime soddisfazioni poiché è molto brava.
8 Luca e la scuola?

Luca : molto bene , qui faccio lo scientifico e studio tanto quando non mi alleno, e i risultati sono soddisfacenti.

9 che differenze hai notato dal passaggio tra Asd Fondi calcio e Unicusano Ternana?

Luca: qui è un ambiente totalmente nuovo , la differenza più evidente è proprio questa, ovvero il passare da un luogo in cui si e sempre vissuti e cresciuti ad un altro sconosciuto.

10 quali sono i tuoi obbiettivi per quest’anno , e come ti trovi a Terni?

Luca: l’obbiettivo principale e crescere e migliorare calcisticamente parlando, e mi trovo bene sia dentro che fuori dal campo.

11 giornata tipo di bomber Capotosto?

Luca: di solito le giornate sono piene.la mattina a scuola, il pomeriggio studio e allenamento, la sera di nuovo studio e si sta insieme ad altri compagni del convitto tra playstation e partite in tv.

12 qual è la squadra del tuo cuore?

Luca: tifo Milan , anche se negli ultimi tempi non ce la stiamo passando bene, sono certo che nel giro di qualche anno i rossoneri potranno tornare ad essere protagonisti almeno in europa.

Grazie Luca  per questa intervista, e ti auguriamo di realizzare tutti i sogni calcistici ed extra ripetendo magari le gesta di un grandissimo attaccante come Andrea Carnevale che proprio nel lontano 1977 inizio’ da Fondi una carriera piena di successi.

  •   
  •  
  •  
  •