Esonero Ancelotti, decisivo l’ammutinamento dei calciatori?

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

La notizia del giorno, già da ieri sera, è senza dubbio l’esonero di Carlo Ancelotti, che lascia il Napoli, dopo circa un anno e mezzo.
Dopo l’ultima partita di Champions League dei gironi, col Genk, nonostante la vittoria, si trapelava già qualcosa.
Lunedì, il nome di Gattuso pendeva come un’ombra alle spalle di Ancelotti, e ieri, il tecnico di Reggiolo in accordo con Aurelio De Laurentiis è stato esonerato.
Il tweet del Napoli, ringrazia l’allenatore, che ha portato il Napoli agli ottavi, obiettivo prettamente richiesto dalla società.
Ed ora? di chi è la colpa? della società? dei calciatori? o di Ancelotti, che non ha saputo gestire qualche testa calda? sappiamo, che l’ammutinamento post-Salisburgo, è stato un elemento importante.
Il Napoli, in campionato, in 7 partite ha ottenuto 6 pareggi ed 1 sconfitta, e non vince dal 18 ottobre.
Le multe? sono facili da pagare, per chi ha ingaggi simili. Quindi, Ancelotti, paga i “lamenti” di alcuni protagonisti dello spoglioatoio azzurro. Negli ultimi 2 mesi, si notava poca concentrazione, applicazione, e determinazione, fa parte dei “big” del Napoli.
Ad ogni gol, non si festeggiava, c’era freddezza, e mancanza di collaborazione.
Al Napoli, per andare agli ottavi, mancava un solo punto. Ieri, contro il Genk, squadra nettamente inferiore, s’è visto anche un buon gioco, e la squadra ha viaggiato.
Oggi, i calciatori, sui loro profili social,stanno ringraziando il tecnico, con frasi d’affetto e ringraziamento.

  •   
  •  
  •  
  •