Gollini, le sue parate portano l’Atalanta agli ottavi

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Pierluigi Gollini, Atalanta goalkeeper

L’Atalanta è entrata nella storia del calcio: alla sua prima qualificazione in Champions League riesce a raggiungere gli ottavi di finale. Un risultato assai positivo per una squadra ex provinciale ormai diventata grande. Lunedì ci saranno i sorteggi, e può capitare qualsiasi esito, ma l’Atalanta lotterà in campo con tutte le sue forze. Contro lo Shakhtar si sono messi in luce diversi elementi, ma uno che sicuramente è stato decisivo è il portiere nerazzurro Pierluigi Gollini: autore di una prestazione che gli dato tanta sicurezza tra i pali salvando porta e storia. Semplicemente la fotografia del suo attuale momento di crescita.

LA DECISIVA MANO DEL GOLLO: PRESTAZIONE SUPERLATIVA – Ieri sera il numero 95 atalantino è riuscito ad essere decisivo per le sorti della Dea: nel momento in cui la Dinamo passa in vantaggio contro il Manchester City, lo Shakhtar passa all’attacco e con un colpo di testa potrebbe segnare, ma Gollini ci mette una mano per salvare tutto in corner. Una reattività che definirla attenta è dire poco. Nella ripresa l’Atalanta spinge, passa in vantaggio con Castagne e i giochi si fanno sempre più intensi, aldilà dell’espulsione che lascia i padroni di casa in dieci uomini e del secondo goal nerazzurro. Gollo non crede che sia ancora fatta: lui è attento seguendo le azioni avversarie, giocando di strategia facendo salire la squadra la palla passa fra le sue mani. Al fischio finale è una bolgia atalantina, e Gollini festeggia insieme ai suoi compagni. Su questo risultato storico c’è anche la sua firma, anzi, la sua mano, che ha tenuto in pugno uno dei momenti più emozionanti della storia dell’Atalanta.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: