Inter capolista, mai così bene!

Pubblicato il autore: Alessandro Giolli Segui

MILAN, ITALY – AUGUST 26: head coach of FC Internazionale Antonio Conte during the serie A match between FC Internazionale and US Lecce at Stadio Giuseppe Meazza on August 26, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Newphotopress/Sipa USA)


Grande festa ieri a San Siro per la squadra di Antonio Conte che, dopo il 2-1 conquistato sul campo contro la Spal (doppietta di Martinez per i nerazzurri e gol di Valoti per i ferraresi), balza in vetta alla classifica con 37 punti, +1 sulla Juve e sorpasso siglato. E’ la miglior partenza da quando l’Inter milita in Serie A, 
ovvero, da sempre. I numeri parlano chiaro: 12 vittorie, un pareggio e una sconfitta. Con i 31 gol fatti, 13 subiti, i nerazzurri sono la seconda difesa e il terzo attacco del campionato.

LA GIUSTA SINERGIA – Conte, nonostante gli infortuni che tormentano Appiano Gentile, sembra aver trovato quella sinergia che mancava da tempo, un’intesa molto forte tra i suoi. Lo testimoniano le grandi giocare della coppia d’oro da 24 reti Lautaro-Lukaku: 8 gol per l’argentino (di cui 5 in Champions), affiancati dai 10 del cannoniere belga (di cui 1 nella massima competizione europea). La difesa dall’altro lato, con il solido trio Skriniar, De Vrij e Godin è una certezza, e la continuità sulle fasce di Candreva e D’Ambrosio fa ben sperare.

ADESSO VIENE IL BELLO – Con la SPAL è arrivata la quinta vittoria consecutiva in campionato. La prossime sfide contro Roma, Barcellona, Fiorentina e Genoa non saranno facili, pensando soprattutto agli infortuni di Sensi (fuori ancora una settimana circa) Barella, Asamoah e Sanchez per ora compensati dalle prestazioni altalenanti di Brozovic, Vecino e Gagliardini. Conte dovrà chiedere l’ennesimo sforzo in più ai suoi con 4 partite in 15 giorni, poi la meritata pausa natalizia e l’inizio del mercato di Gennaio che si spera possa portare i tasselli giusti per affrontare al 100% il 2020.

  •   
  •  
  •  
  •