Godin come Vidic? L’uruguaiano è un flop nell’Inter, sarà addio

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

L’Inter di Antonio Conte è un carro armato inarrestabile e il 3-1 di Napoli corona il lavoro fin qui fatto dal tecnico pugliese. La squadra nerazzurra sta rendendo sempre di più in qualsiasi settore del campo. Anche in quello difensivo, dove l’unica nota stonata della difesa a tre di Conte in questa stagione, ha sempre avuto un nome: Diego Godin. Il difensore uruguaiano doveva essere l’uomo in più a livello difensivo, invece il suo apporto non ha portato i risultati sperati. L’Atletico Madrid non è proprio riuscito a integrarsi nella difesa a tre, spostato a destra.

Abituato a giocare a 4 nell’Atletico Madrid di Simeone, il ruolo che doveva ricoprire nel 3-5-2 di Conte, non gli era congeniale. Al l’uruguaiano venivano richieste delle mansioni un po’ troppo atletiche per un difensore classe 1986. Le prestazioni deludenti si sono moltiplicate nel tempo e ora Godin è diventato una riserva di lusso. Conte gli preferisce Bastoni e lo ha escluso per ben tre partite consecutive. Il suo addio nel mercato invernale non sembra qualcosa di improbabile.

Leggi anche:  Cristiano Ronaldo, parla l'agente: "CR7 ha altri piani per il futuro"

Flop in stile Vidic, quando l’esperienza non porta i risultati sperati

Il flop di Godin ricorda quello di un grande difensore che ha giocato nell’Inter di Mancini: Nemanja Vidic. Il serbo arrivò dal Manchester United a parametro zero nel 2014, ma le sue prestazioni furono pessime. Complici le pessime condizioni fisiche del serbo, martoriato dagli infortuni. Situazione in questo aspetto diversa da Godin, ma le qualità indiscusse di questi due centrali e il loro mancato rendimento in Italia, li accomunano. Non sempre un difensore esperto a livello internazionale, porta la propria esperienza in campo quando viene chiamato a farlo in un’altra realtà. Specialmente nel difficilissimo campionato italiano.

  •   
  •  
  •  
  •