Balotelli: “Basta infangare il mio nome”, tifosi della Juve in rivolta sul web

Pubblicato il autore: LuPi Segui

Mario Balotelli in una diretta sui social attacca la Juventus: “La Lazio è forte – ha raccontato in una diretta con il noto influencer “Er faina”- ma dovevano far tornare in testa la Juventus prima di fermare il campionato. Io spero che non riprenda, finché c’è anche un solo caso non dovrebbe riprendere. Io lo avevo detto da subito di fermare l’Italia e la gente si arrabbiava. Se avessimo chiuso tutto subito forse adesso ne saremmo già fuori. Di questo passo il Coronavirus lo avremo ancora fino al 2021. Per me sarebbe giusto non assegnare lo scudetto e non far retrocedere nessuno. Fai salire dalla B due squadre e l’anno prossimo fai un campionato a 22. Non credo che si potrà riprendere dopo il 3 aprile”.

Balotelli-Juve: la polemica continua

Mario Balotelli, dopo le accuse ricevute per la frecciatina alla Juve durante la diretta Instagram è tornato sull’argomento nella tarda serata di ieri e attraverso una stories sbotta: “Scusate ma dove sta lo sfottò alla Juventus? Non ho mica detto che dovevano far vincere la Juventus ma per recuperare! (siccome aveva una partita in meno della Lazio). Concentratevi nello stare a casa e contribuire a scacciare sto virus invece di cercare di infangare sempre sempre sempre il mio nome che una diretta di 30 minuti si trasforma in un’infamia senza motivo e tanta cattiveria vostra”.

Balotelli-Juve: il Brescia prende le distanze

Intanto sul web è montata la protesta da parte dei tifosi della Juventus nei confronti di Balotelli, reo di aver lanciato accuse e insinuazioni nei confronti del club bianconero, in un momento, tra l’altro, particolarmente delicato per l’intero Paese. Anche il Brescia ha preso le distanze dall’attacante italiano: “La società intende prendere ufficialmente le distanze da quanto dichiarato dal suo tesserato Mario Balotelli, relative a ipotetici favoreggiamenti nel Campionato di Serie A”. 

 

  •   
  •  
  •  
  •