Coronavirus, Manolo Gabbiadini è positivo: “Sto bene. Restate a casa”.

Pubblicato il autore: Alessio Prastano Segui

August 25, 2019, Genova: Foto LaPresse – Tano Pecoraro.25 08 2019 Genova – (Italia).Sport Calcio.Sampdoria vs Lazio.Campionato di Calcio Serie A TIM 2019/2020 – Stadio “Luigi Ferraris”.nella foto: formazione sampdoria..Photo LaPresse – Tano Pecoraro.25 August 2019 City Genova – (Italy).Sport Soccer.Sampdoria vs Lazio.Italian Football Championship League A TIM 2019/2020 – “Luigi Ferraris” Stadium.in the pic: formazione sampdoria (Credit Image: © Tano Pecoraro/Lapresse via ZUMA Press)

Manolo Gabbiadini è risultato positivo al coronavirus. A darne la notizia ufficiale, è proprio il suo club, la Sampdoria, attraverso un comunicato apparso sul sito: “Il calciatore Manolo Gabbiadini è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19, ha qualche linea di febbre, ma sta bene. La società sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa”.

La squadra, lo staff e tutta la dirigenza quindi cominceranno ad osservare il classico periodo di quarantena, come prevede il protocollo sanitario.
In un post su Instagram, il blucerchiato ha tenuto a rassicurare tutti, circa le sue condizioni: “Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno scritto, mi sono arrivati già tantissimi messaggi. Ci tengo comunque a dirvi che sto bene, non preoccupatevi. Seguite tutti le norme, restate a casa e tutto si risolverà”.

Si tratta del secondo caso di Coronavirus in Serie A. Nella giornata di ieri, il difensore della Juventus Daniele Rugani si è presentato alla Continassa con qualche linea di febbre. Il tampone fatto ha poi riscontrato la positività del calciatore bianconero, che ora sta eseguendo la cura e le terapie in una stanza del J-Hotel.
Nella gara contro l’Inter, giocata lunedi 9 marzo, Rugani non era sceso in campo, ma ha festeggiato insieme a tutti i compagni la vittoria sulla squadra di Conte.
Tuttavia, dopo la positività riscontrata, entrambi i club osserveranno la quarantena, non potendo disputare quindi le due gare internazionali: la Juventus avrebbe dovuto giocare il ritorno degli ottavi di Champions League contro il Lyone, mentre l’Inter si sarebbe trovata ad ospitare il Getafe per l’andata degli ottavi di Europa League.

Sia Rugani, che Gabbiadini, eccetto il leggero stato febbrile, non hanno mostrato altri sintomi.

  •   
  •  
  •  
  •