Euro 2020, la Uefa per posticipare la rassegna continentale richiede 300 milioni

Pubblicato il autore: gaetanomasiello91 Segui

Euro 2020, si decide il destino della rassegna continentale. Nelle prossime ore si saprà certamente il destino di Euro 2020, pertanto nella riunione programmata per la giornata odierna la Uefa chiederà una sorta di risarcimento per rinviare Euro 2020 per poter permettere alle varie federazioni di portare a termine i rispettivi campionati e con Champions ed Europa League da terminare.

Al momento l’ipotesi più auspicabile è il rinvio di Euro 2020 nell’estate del 2021, difficile pensare uno spostamento della rassegna a novembre 2020 in modo da non stravolgere ulteriormente i calendari.
La Uefa ha fatto sapere che lo spostamento del torneo comporterebbe una cifra di 300 milioni.
Euro 2020 era in programma dal 12 giugno al 12 luglio con un’edizione itinerante (torneo da distribuire in 12 paesi differenti con semifinali e finale nel mitico Wembley). Intanto le varie Leghe e Club d’Europa puntano a terminare la stagione tra maggio e giugno, coronavirus permettendo.

Euro 2020, si studia il da farsi sulla rassegna continentale e sulle Coppe Europee

La Uefa sta pensando di istituire una task force composta dai massimi rappresentanti della Uefa, dell’Eca con a capo Andrea Agnelli e delle varie Leghe europee in modo tale da mettere sul tavolo una serire di proposte e pensare anche ad un programma potenziale con urgenza. Uno dei nodi da sciogliere è come continuare Champions League ed Europa League e si andrebbe a scatenare un effetto domino con altri eventi in programma come gli Europei Femminili dell’estate 2021, che al momento è in programma tra luglio e agosto del 2021.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: