Il presidente Gravina: “Il nostro obiettivo è concludere i campionati”

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina, ha fatto il punto della situazione relativa a un’eventuale ripresa del campionato, (eventuale dal momento che non si sa che piega prenderà la situazione generale), ipotizzando possibili date e modalità di prosecuzione di tutti i campionati professionistici. Ecco le sue parole:

Un augurio al paese e date possibili di ripresa:Inanzitutto auguro a coloro affetti dal COVID-19 una pronta ripresa, perchè in questo momento la salute viene prima di tutto.Ho fiducia anche nel salvare i campionati: noi abbiamo una dead line e cioè il 30 giugno; in quella data finiranno i contratti di alcuni giocatori, assicurazioni, licenze, in sostanza l’anno calcistico. Andare oltre significa introdurre modifiche regolamentari eccezionali. Ci vorranno dai 45 ai 60 giorni per avere un quadro più chiaro della situazione. Se riprendiamo a maggio riusciamo a finire.; tutti si stanno preoccupando su a chi verrà assegnato lo scudetto, ma non è l’unico problema, dobbiamo stabilire chi va in Champions League, chi in Europa League, chi scende in B, chi sale in A, chi scende in C e chi sale in B e via dicendo”.

Su un’ipotesi di far riferimento alla classifica maturata fino adesso: “Sarebbe un grave errore congelare una classifica, perderebbe il reale valore della competizione. Bisogna dare delle chance su chi ha investito tanto su un obiettivo sportivo. Se si riprenderà si giocherà il più possibile, dobbiamo portarci avanti per arrivare alla conclusione; se non sarà possibile troveremo una formula per salvare la competizione e non escludo play off e play out. Comunque auspico il rinvio degli Europei, ci vorrà il sì delle altre federazioni ma credo si andrà su quella strada”.”

  •   
  •  
  •  
  •