L’Atalanta ricorda Emiliano Mondonico: “Sarai per sempre il nostro Mondo”

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Sono passati due anni dalla sua scomparsa, ma il suo ricordo a Bergamo resterà indelebile negli occhi di chi ha visto la storia dell’Atalanta Bergamasca Calcio riscritta da lui, per non parlare della sua grande bontà nei confronti del prossimo (in particolar modo quelli più bisognosi). Stiamo parlando di Emiliano Mondonico: allenatore della Dea in due momenti; il primo dal 1987 al 1990; il secondo dal 1994 al 1998. Mister, ma soprattutto una persona amata da tutti: memorabile quando cantò insieme ai Nomadi “io vagabondo”, canzone che rimanda subito al “baffo” di Rivolta D’adda. Oggi, 29 marzo, si ricorda la sua scomparsa: a ciò l’Atalanta Bergamasca Calcio ha voluto ricordarlo sui social.


Attraverso il suo profilo Instagram, l’Atalanta ha pubblicato un post per ricordare i due anni dalla scomparsa di Emiliano Mondonico. “Sarai per sempre il nostro Mondo, il presidente Percassi e tutta la famiglia atalantina ricordano con immutato affetto Emiliano Mondonico nel secondo anniversario della sua scomparsa“. Un segno di riconoscenza e memoria nei confronti di una persona dalla grande bontà d’animo, nonché colui che scrisse la storia della Dea: dalla cavalcata del 1988 nella Coppa delle Coppe (nonostante si era in Serie B) all’annata con il trio Inzaghi, Lentini e Morfeo. Tanti ricordi di un “Mondo” che resterà per sempre nei nostri cuori.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: