Ronaldinho, magie in carcere: dal Pallone d’Oro al trofeo maialino

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Momento decisamente singolare per Ronaldinho. L’ex attaccante del Barcellona è stato arrestato in Paraguay assieme al fratello giorni fa. I due sono stati presi in custodia dalla polizia di Asunción per possesso di passaporti falsi e riciclaggio. Reati che hanno portato il brasiliano dritto in carcere, dove riesce a far parlar di se attraverso ciò che sa fare meglio: i gol.

Il talento immenso di Dinho, riesce a illuminare pure il cupo carcere di Asunción, dove il Gaucho si è distinto nella partita di calcio disputata assieme ai carcerati della prigione paraguaiana. Una prestazione da urlo per l’ex Pallone d’Oro: cinque reti e sei assist. La sua squadra è riuscita a portare a casa il match, vincendo per 11-2. Sicuramente non un palcoscenico al quale Dinho è abituato, ma la location in cui l’ex campione del mondo 2002 ha giocato, è certamente esclusiva.

Ronaldinho premiato con un maialino di 15 kg

La caduta verso il basso da parte di Dinho, è rappresentata dalla vincita del trofeo finale: un maialino di 15 kg. Che dire, una volta il brasiliano vinceva il Pallone d’Oro, trionfando in finale di Champions League contro l’Arsenal di Henry. Ora si accontenta della finale tra i detenuti in Paraguay e un maialino, anzichè l’ambito premio individuale che tutti sognano. I tempi cambiano.

  •   
  •  
  •  
  •