Atalanta, capitolo Castagne: rinnovo, voci e nessuna preoccupazione

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Come riportato tante volte, il calciomercato è sempre un tema che non si ferma mai: neanche quando si è nel ben mezzo di una pandemia. All’Atalanta sono tutti abbastanza tranquilli (come giusto che sia), ma c’è una pedina che nelle ultime settimane ha creato un sacco di punti interrogativi per quanto concerne i tifosi. Stiamo parlando dell’esterno nerazzurro Castagne, autore di una stagione convincente, ma ultimamente esente da in termini di presenze: anche a causa di un brutto infortunio (e dell’esplosione sia di Hateboer che di Gosens). C’è tanta carne al fuoco per quanto riguarda il belga tra un rinnovo non ancora effettuato e tutte quelle voci che lo vedono a Napoli il prossimo anno. Proviamo ad analizzare insieme la situazione.

CASTAGNE NON HA ANCORA RINNOVATO, MA C’E’ TUTTO IL TEMPO PER VALUTARE IL SUO FUTURO – Partiamo da una base formale: Castagne ha un contratto che lo lega all’Atalanta fino al 2022, ma non aver ancora trovato un vero e proprio accordo per il rinnovo ha un po’ sorpreso tutti. Il numero 21 atalanatino è corteggiato, in particolar modo dal Napoli: una normale routine quando hai in rosa giocatori di un certo livello. In ogni caso c’è tutto il tempo per cambiare le carte in tavola, valutando in maniera più accurata la situazione. E’ un contesto normale, condito da tutte quelle vicissitudini che uno come Castagne può essere soggetto. Se sarà l’ultimo anno del belga a Bergamo vedremo più avanti, ma ora come ora è un giocatore della Dea: l’unica certezza di un mondo che, visto quello che si sta passando, naviga nel condizionale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: