Atalanta, Gosens: “Dobbiamo puntare in alto. Vorrei incontrare il Bayern Monaco”

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Attraverso L’Eco di Bergamo, ha parlato l’esterno sinistro dell’Atalanta Robin Gosens: tra quarantena, l’impresa di Valencia e chi affrontare ai quarti di finale.

LE PAROLE DI ROBIN GOSENS

LA ROUTINE DI GOSENS DURANTE LA QUARANTENA – “Sono a casa in compagnia della mia fidanzata. La giornata inizia portando il cane a fare un giro nel cortile, poi facciamo colazione e dedico 3-4 ore allo studio: ecco, l’unica cosa buona è che ora posso dedicare più tempo ai libri, perché in precedenza le partite non me lo permettevano. Dopo pranzo seduta di allenamento, in casa o in cortile, e poi relax totale: abbiamo preso anche qualche gioco in scatola e in serata ci guardiamo un film su Netflix”.

 A VALENCIA LA GIORNATA PIU’ BELLA DELLA MIA VITA – Gosens ha voluto parlare anche della gara contro il Valencia: “È stata la giornata più assurda della mia vita. Vinci a Valencia, ti qualifichi ai quarti di finale di Champions e allo stesso tempo scrivi la storia dell’Atalanta: per me, come del resto anche per i miei compagni, è stato il momento più alto della carriera. Poi torni a Bergamo, vedi quello che sta accadendo ai bergamaschi e allora tutto passa in secondo piano. Sono passato da uno dei momenti più belli a uno di quelli più brutti mai vissuti: due cose del genere è indescrivibile. Tutto così assurdo che mi mancano le parole”.
 
CHAMPIONS LEAGUE E L’AVVERSARIO DA AFFRONTARE AI QUARTI “Quando raggiungi i quarti di finale, è chiaro che l’obbiettivo è quello di puntare più in alto: ci proveremo. Da tedesco, mi piacerebbe incontrare il Bayern Monaco”.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: