Atalanta, Gosens è pronto per la Nazionale. Bierhoff: “Grande crescita”

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

“Lo stavamo seguendo da tempo. Gosens è un giocatore molto interessante, parlavamo con l’allenatore se chiamarlo per farlo giocare in qualche amichevole, ma era meglio vederlo subito, anche se una vera e propria lista per i convocati non era stata fatta. Ci siamo accorti anche in Germania di come l’Atalanta giochi bene a calcio e sono molto felice per i risultati che sta ottenendo in Champions League. Quando una squadra italiana torna in alto, io sono sempre contento, significa che il livello del campionato continua a crescere”. Le parole del direttore tedesco sono molto significative e consolidano la realtà creatasi intorno all’esterno nerazzurro: Robin Gosens è pronto per entrare in Nazionale. Un giocatore che in questa stagione sta vivendo uno dei momenti migliori della sua carriera calcistica: dalla conferma in campionato (sette reti che hanno portato l’Atalanta ad essere stabilmente al quarto posto in classifica) dove si dimostra utile sotto tutti i punti di vista alla Champions League da assoluto protagonista. Passi importanti sono stati fatti, e in attesa di quello che sarà l’esito della Serie A, il numero 8 atalantino merita una chance per entrare tra i grandi: la ciliegina su una splendida torta che a Bergamo è riuscito a cucinare con le proprie mani

IN CAMPO UNA FAVOLA, STATISTICAMENTE UN GRANDE: LA STAGIONE DI ROBIN GOSENS – Dopo un 2018-2019 all’insegna sia della crescita che della costanza sulla fascia sinistra (risultando decisivo per il terzo posto finale, nonché il più grande piazzamento conquistato dalla società bergamasca), Robin Gosens sta disputando la stagione migliore della sua carriera tra campionato e Champions League: 29 presenze e 8 goal (tutti decisivi ai fini del risultato). Statisticamente è impressionante, ma è quando lo si vede all’interno del rettangolo verde che si capisce il suo vero potenziale: una corsa che aiuta l’Atalanta ad aprire gli spazi, dribbling, cross e una grinta che non manca mai. La squadra crede fortemente nelle sue capacità, così come il mister che fin da quando il tedesco è approdato alla corte atalantina, non ha mai smesso di dargli fiducia. Corteggiato? Scontato, ma la priorità è sempre stata quella di rimanere a Bergamo. Certo, non ha mai nascosto l’idea di andare allo Schalke 04 (squadra del suo cuore), ma visto il contesto tanto ambizioso quanto tranquillo, rimanere è la soluzione migliore per continuare questo percorso in salita.

L’OPPORTUNITA’ DI UNA VITA: LA CONVOCAZIONE NELLA NAZIONALE TEDESCA – Come ha sottolineato Oliver Bierhoff, Gosens è un giocatore abbastanza seguito per quello che sta facendo con l’Atalanta. Le voci su un suo possibile esordio con la nazionale tedesca si fecero sempre più insistenti, e la dichiarazione fatta dall’ex centravanti del Milan ne è la prova più evidente. In caso la convocazione si trasformasse in realtà non ci sarebbe assolutamente da stupirsi: citando l’introduzione sarebbe veramente la ciliegina sulla torta del suo percorso fatto a Bergamo. Indipendentemente da quelle che saranno le scelte per l’esito della stagione (contando che molto probabilmente le coppe europee verranno eseguite ad agosto), l’esito sul suo conto non verrà mai ribaltato. La consacrazione è nell’aria: basta soltanto aspettare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: