Covid-19, donazione del gruppo “Rebelot Atalanta” all’Ospedale di Piario

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

La lotta contro il Coronavirus si sta facendo molto intensa sotto tutti i punti di vista in quel di Bergamo. Ogni giorno infermieri e addetti ai lavori lottano per salvare i loro cittadini da questa pandemia tanto maledetta quanto dura da combattere. Nonostante la situazione sia abbastanza delicata, il popolo bergamasco tira fuori i suoi valori più grandi con l’obbiettivo di aiutare la sua terra nella maniera migliore possibile: l’ospedale da campo in quel di Bergamo dove hanno preso parte sia l’Atalanta Bergamasca Calcio che la Curva Nord ne è la prova più chiara ed evidente. Tanti si sono mossi per dare una mano, ma in particolar modo il gruppo “Rebelot Atalanta” che, nella giornata di ieri, ha dimostrato che il senso di appartenenza verso il proprio territorio può portare a fare gesti abbastanza importanti per la causa (un semplice esempio di come la parola “impossibile” non esiste: neanche nei piccoli gesti).

CHI SONO I REBELOT ATALANTA? – Partiamo prima dalla base: chi sono i Rebelot? I Rebelot sono un gruppo di tifosi dell’Atalanta ispirato agli ideali della Curva Nord Bergamo, con una mentalità che si avvicina molto a quella Ultras. Spesso sono abbastanza riconosciuti per via non solo della compattezza interna dove l’amicizia è il valore principale, ma anche per la passione che mettono in campo sia sugli spalti che in contesti fuori dal mondo del pallone, e proprio come il “cuore” del tifo nerazzurro citato prima, anche gli stessi Rebelot hanno la loro impronta social: Facebook (dove contano un seguito di 800 persone) e WhatsApp. A “capo” di tutto c’è Enzo Tarricone, conosciuto da tutti come “Vikingo”: sfegatato tifoso della Dea che è diventato “virale” (dal punto di vista motivazionale) con un video rivolto ai medici e dottori bergamaschi per motivarli a non mollare la presa. Leader senza filtri, ma con un cuore grande come le mura di Città Alta per la voglia di lottare ed aiutare il prossimo. Moda? Il disperato bisogno di attenzioni? Non scherziamo, perché non ci troviamo davanti ad un team che si esprime solo a parole, ma anche a fatti.

DONAZIONE ALL’OSPEDALE DI PIARIO (NEL BERGAMASCO): I REBELOT PER DARE UNA MANO – Da quando è cominciata la pandemia Covid-19 in quel di Bergamo, la voglia di dare una mano per la propria terra era tanta: il fatto di stare con le mani in mano non era nelle intenzioni di un gruppo che mette in primo piano il valore dell’amicizia. I Rebelot Atalanta hanno iniziato una raccolta fondi per comprare materiale fondamentale per il lavoro che viene fatto all’interno degli ospedali (mascherine, confezioni di Amuchina e molto altro). Il destinatario di tale donazione è l’Ospedale di Piario (in Provincia di Bergamo), che nella giornata di ieri ha ricevuto il tutto, pubblicando poi tale gesto su Facebook: suscitando ovviamente sia tanta soddisfazione che commozione nel vedere tanta soliderietà. Ciò che è stato fatto dai Rebelot Atalanta è la dimostrazione che chiunque, anche in piccola parte, può essere di grande aiuto: l’amore verso la propria terra porta a fare cose veramente importanti.

LINK DEL POST

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1396517780550728&id=100005775582470

  •   
  •  
  •  
  •