Giovani talenti Football Manager 2020: i migliori Under 18 del gioco manageriale

Pubblicato il autore: LuPi Segui

Quali sono le giovani promesse del nuovo millennio su cui puntare a Football Manager 2020? Ecco i talenti che saranno, o già sono, protagonisti del calcio internazionale e che potranno rivelarsi acquisti formidabili per la vostra carriera da manager virtuali.

Giovani talenti Football Manager 2020

RAYAN CHERKI (classe 2003) – Rayan Cherki, trequartista o esterno alto a destra, è il nuovo gioiellino del Lione. A 16 anni ha già stabilito diversi record, realizzando una doppietta in Coupe de France. Il giovane francese è già entrato nel mirino dei top club europei. Sicuramente tra i migliori giovani talenti Football Manager 2020.

HARVEY ELLIOTT (classe 2003) – Esterno offensivo di proprietà del Liverpool, Elliott è il più giovane calciatore ad aver giocato una partita nel massimo campionato inglese: nella scorsa stagione, ha esordito con la maglia del Fulham a 16 anni e 30 giorni, in un match contro il Wolverhampton. Mancino naturale, ha già accumulato circa 500 minuti con la prima squadra dei Reds nonostante l’abbondanza di giocatori di alto livello nel reparto avanzato dei campioni d’Europa in carica.

EDUARDO CAMAVINGA (classe 2002) – Centrocampista mancino e longilineo, viene spesso utilizzato come mezzala ma può essere impiegato anche davanti alla difesa. Elegante nelle movenze e dotato di un grande carisma, è in possesso di un buon tiro dalla lunga distanza; viene considerato dagli addetti ai lavori uno degli astri nascenti del calcio francese. Dopo aver debuttato in Ligue 1 nella scorsa stagione, quest’anno ha trovato definitivamente continuità: 36 le presenze nel 2019-20.

ANSU FATI (classe 2002) – Sfornare talenti e blindarli con clausole da capogiro. Il metodo Barcellona colpisce ancora. Ansu Fati, attaccante esterno del 2002, ha già realizzato due reti in 11 partite stagionali. Ad agosto è diventato il secondo giocatore più giovane ad esordire con il Barcellona, meglio di Leo Messi. Dotato di un ottimo dribbling, è un  assistman eccellente ed ha buone capacità balistiche per cercare la conclusione personale. Da non farsi scappare tra i giovani talenti Football Manager 2020.

GIOVANNI REYNA (classe 2002) –  Dotato di eccezionali mezzi tecnici, il trequartista statunitense ha debuttato a gennaio con la squadra giallonera del Borussia Dortmund e da quel momento è stato sempre preso in considerazione da Favre. 11 presenze tra Bundesliga e coppe, tra cui 2 gettoni negli ottavi di Champions contro il Psg.

AMAD TRAORE’ (classe 2002) – Esterno offensivo adattabile anche a mezzala, è ambidestro e dotato di una buona visione di gioco. Giocatore molto dinamico e rapido, trova la sua collocazione ideale dietro come ala in un tridente. Impossibile dimenticare il suo debutto con l’Atalanta contro l’Udinese: ingresso in campo a gara in corso e la prima rete in massima serie dopo appena 6 minuti. Un fenomeno anche per Football Manager.

NATHANAEL MBUKU (classe 2002) – Cresciuto nel settore giovanile di squadre militanti nelle serie inferiori del calcio francese, nel 2017 passa allo Stade Reims. Esordisce in prima squadra il 10 agosto 2019, disputando l’incontro di Ligue 1 vinto 2-0 contro l’Olympique Lione. Attaccante esplosivo, è un’ala destra veloce ed abile nell’uno contro uno.

SEBASTIANO ESPOSITO (classe 2002) – Dopo Fabio Quagliarella Castellammare di Stabia ha sfornato un altro talento cristallino. Punta moderna, che ama giocare negli spazi, ha raccolto 10 presenze in stagione con la maglia dell’Inter dopo il debutto nell’Europa League della passata edizione. Promosso a pieni voti da Antonio Conte, Esposito rappresenta sicuramente uno degli attaccanti, in prospettiva, più forti del gioco manageriale. Un talento da non farsi scappare.

TANGUY KOUASSI (classe 2002) – Difensore centrale classe 2002 del PSG, è uno dei talenti più in vista del settore giovanile del club parigino. Trattasi di un difensore centrale completo, veloce, forte fisicamente e insuperabile nel gioco aereo. Abile tecnicamente, ha una particolare predisposizione ad impostare il gioco da dietro, palesando una buona qualità nel palleggio. Tra i giovani talenti Football Manager 2020 più interessanti.

MAXENCE RIVERA 
(classe 2002) – Giocatore offensivo, abile ad occupare entrambe le fasce senza differenza di rendimento, ha da poco firmato il suo primo contratto da professionista con il St.Etienne. Il suo debutto in prima squadra è arrivato contro il Psg.

ANDER BARRENETXEA (classe 2001) – Cresciuto nel settore giovanile della Real Sociedad, ha esordito in prima squadra il 21 dicembre 2018 disputando l’incontro di Liga perso 1-0 contro l’Alavés. Ala sinistra di piede destro, è veloce ed abile nell’uno contro uno. Dotato di un baricentro basso, predilige partire dalla fascia sinistra per accentrarsi e provare la conclusione a rete. Viene paragonato a Dimitri Payet. 12 le sue presenze quest’anno in Liga più 6 in Coppa del Re, dove si è tolto la soddisfazione di segnare tre gol.

GERMAN VALERA 
(classe 2002) – Tra i tanti talenti prodotti dalla Spagna negli ultimi anni c’è anche il nome dell’esterno offensivo dei Colchoneros. Considerato uno dei più promettenti al mondo nel suo ruolo, è attenzionato dai top club per le sue straordinarie qualità palla al piede. Da acquistare a Football Manager 2020.

TROY PARROTT (classe 2002) – È una seconda punta dinamica e tecnica ed è dotato di un gran tiro dalla distanza. Pupillo già di Pochettino, il talentuoso attaccante del Tottenham ha trovato anche la fiducia di José Mourinho, ‘sfruttando’ l’infortunio di Kane. Centravanti moderno con all’attivo già grandi numeri tra i pari età, ha collezionato quest’anno 4 presenze con la prima squadra. Tra i giovani talenti Football Manager 2020 da tenere d’occhio.

  •   
  •  
  •  
  •