In Portogallo scoppia la polemica sugli allenamenti di Ronaldo

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui

Scoppia il caso in patria per l’attaccante della Juventus dopo l’allenamento in campo nello stadio del Deportivo Nacional.

Continuano le polemiche in Portogallo sul suo idolo Cristiano Ronaldo. L’allenamento personalizzato che il giocatore della Juventus, in autoisolamento per la pandemia Covid-19 (coronavirus), ha svolto nei giorni scorsi nello stadio di Maderia ha infatti suscitato reazioni negative in tutto il Paese. A suscitare l’indignazione sono state le notizie, con tanto di foto, dell’attaccante che si allenava nello stadio del Deportivo Nacional, a Choupano. Anche Pedro Ramos assessore alla Sanità della regione di Madeira, ha tenuto a precisarlo nella conferenza stampa di aggiornamento sull’emergenza Covid-19. Ecco le sue parole: “Ronaldo non ha alcun permesso speciale per allenarsi. Cristiano ha diritto di allenarsi fino a quando rispetta le regole come tutti i cittadini: non c’è alcun privilegio per lui“.

Dopo tutte queste polemiche il fuoriclasse della Juventus ha lasciato l’abitazione di famiglia per trasferirsi nella vicina Caniçal con la fidanzata Georgina e i figli. Cristiano Ronaldo ha così affittato una villa di lusso con palestra, piscina, sala giochi, cinque camere e il tutto alla modica cifra di 4 mila euro a settimana. La villa, che può ospitare sei persone, si trova in una tenuta recintata e ha una grande piscina immersa in un giardino paesaggistico con palme, viste mozzafiato sull’ Atlantico e accesso diretto alla spiaggia sottostante. Inoltre, ci sono anche una sala giochi con tavolo da biliardo e un barbecue esterno. Si legge anche che questa villa è stata scelta da Cristiano perché ha un grande giardino che vuol dire più privacy e Cristiano è abituato ad avere una vita tranquilla.

  •   
  •  
  •  
  •