Javier Zanetti: “Madrid un sogno, Icardi? Penso che non tornerà”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Oramai sono 10 anni che una squadra italiana non trionfa in Champions League. L’Europa che conta è stata letteralmente presa in ostaggio da club spagnoli e inglesi, i quali nella ultima decade hanno dominato in lungo e in largo relegando il nostro calcio nelle retrovie. C’è solo una squadra che ha fatto abbassare la cresta a tutte le altre in questi 10 anni di grande calcio: l’Inter di Jose Mourinho.

La Champions League vinta a Madrid nel 2010 contro il Bayern Monaco, è stato il culmine di una competizione giocata splendidamente dai nerazzurri, protagonisti addirittura di un Triplete che passerà alla storia. Il capitano di quella stagione memorabile era l’argentino Javier Zanetti, bandiera nerazzurra indissolubile. L’attuale vicepresidente intervista ha rilasciato un’intervista a ESPN via Instagram, trattando vari temi tra i quali il ricordo di quella notte al Bernabeu dove alzò la coppa dalle grandi orecchie:

Madrid è stata la realizzazione di un sogno. Vincere significava coronare una grandissima annata. A tre minuti dalla fine, Julio Cesar prende in mano la palla, guarda Samuel e gli dice: “Walter, siamo campioni”. Un momento meraviglioso, il più bello della mia vita. Mourinho? Una persona speciale, un grande allenatore e grande persona. Stiamo parlando di un motivatore, trasmette tanta passione e tira fuori il meglio da te stesso”. 

Fronte mercato: le questioni Icardi-Lautaro

L’Inter è alle prese sul fronte mercato per quanto concerne l’attaccante e Zanetti ha voluto dire la sua riguardo Mauro Icardi e Lautaro Martinez:

In questo momento non stiamo parlando di calciomercato perché la cosa più importante è la salute. Icardi torna? Non lo so, non credo. Avremo tempo per pensarci. Lautaro lo vedo felice nell’Inter, si sta identificando con il club. Noi abbiamo creduto in lui. Vedo il suo futuro all’Inter”. Ancora dunque tutto da decidere per la dirigenza interista. Il ritorno di Icardi alla base, non sembra poi così impossibile, così come la permanenza de El Toro.

  •   
  •  
  •  
  •