La Uefa minaccia il Belgio con l’esclusione dalle coppe europee

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui

File photo dated 03-12-2018 of UEFA President Aleksander Ceferin.

La Jupiler Pro League è la massima divisione del campionato belga di calcio. Nella giornata di ieri la Lega belga aveva decretato la fine anticipata del campionato domestico per la crisi del Coronavirus, laureando campione del Belgio il Club Brugge con ben 15 punti di vantaggio sulla seconda classificata, il Gent.

Adesso la Uefa, per voce del suo boss Aleksander Ceferin, e di Andrea Agnelli, patron della Juventus e presidente della ECA (Associazione dei Clubs Europei – European Clubs Association), hanno minacciato la Federazione belga, la URBSFA-KBVB (Union Royale Belga des Sociétés de Football Association), di escludere dalle coppe europee le formazioni belghe se non riconsiderano (termine eufemistico), se non fanno una rapida e repentina retromarcia sulla decisione presa di finalizzare il campionato nazionale e assegnare il titolo al Club Brugge.

Per il massimo organismo del calcio europeo non sarebbe opportuno decretare, ad oggi, la fine anticipata di un campionato posto che, a parterre delle menti illuminate di Nyon, il calcio potrà “riprendere nei prossimi mesi con condizioni che saranno dettate dalle autorità pubbliche, e crediamo che qualsiasi decisione di abbandonare le competizioni nazionali è, in questo momento, prematuro e ingiustificato”. Il comunicato prosegue sostenendo che “Una finalizzazione prematura (dei campionati) getterebbe dei dubbi sul verificarsi di queste condizioni”.

Viene poi la parte più importante di tutto il comunicato, quella che contiene la chiara minaccia di esclusione dalle competizioni europee rivolta alla Federazione Belga e a chiunque altro osi dare per conclusa competizione agonistica nazionale. “La Uefa ha la potestà per “valutare il diritto dei club ad essere ammessi alle competizioni per club della UEFA 2020-21, in accordo con le norme applicabili”. Della serie, se la Federazione Belga dovesse mantenere lo status quo, le sue squadre saranno escluse dalle prossime Champions League e Europa League. Tale sorte toccherà a qualunque altra Federazione dovesse decidere nello stesso senso di quella belga.

  •   
  •  
  •  
  •