Lazio, Acerbi: “A queste condizioni non ci penso a ricominciare”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

La Lazio di Simone Inzaghi ha disputato, fino allo stop per la quarantena da Coronavirus, una stagione super e uno dei suoi protagonisti è il difensore Francesco Acerbi. Il difensore della Nazionale intervistato da Radio anch’io sport ha detto la sua sulla possibile ripresa del campionato di Serie A: “Non credo che si possa tornare in campo senza contatti fisici, altrimenti non sarebbe calcio. Va bene giocare senza spettatori, vanno bene tutti i controlli. Ma senza contatti, senza contrasti, non è possibile. A queste condizioni non ci penso nemmeno a ricominciare“.

Acerbi si dice scettico anche di svolgere il torneo nell’anno solare, com’era stato ipotizzato: “Sono supposizioni, secondo me è un po’ difficile. C’è l’Europeo. Io spero che questa epidemia finisca prima possibile, per poi ripartire normalmente l’anno prossimo, magari non ad agosto ma a fine settembre, giocando a Natale. Io rispetterei le tradizioni – aggiunge Acerbi -. Non sfalserei troppo le date di inizio e fine“.

Francesco Acerbi, inoltre, è consigliere dell’Assocalciatori, ed ha bocciato la possibilità di disputare le partite con un rigido isolamento, con ritiro di un paio di mesi: “Non credo sia possibile un ritiro di due-tre mesi. Non penso di correre rischi muovendomi tra casa ed il luogo di allenamento se prendo tutte le precauzioni, indossando mascherina, guanti e quant’altro“. Acerbi continua: “L’augurio di tutti è ripartire, ma il problema è che non si rema tutti dalla stessa parte“.

Infine una battuta sulla sua Lazio, squadra che sta disputando uno dei suoi campionati più belli, mantenendo intatto il sogno scudetto: “La Lazio è da scudetto. Ha vinto tante partite e nei momenti di difficoltà non si è mai disunita. Se il campionato riparte penso che la mentalità rimarrà sempre la stessa” ha concluso il difensore bianconceleste.

Intanto sulla sua pagina Instagram, Acerbi ringrazia i medici che in questo momento stanno lottando in prima linea contro il Coronavirus, usando una semplice frase: “I miei idoli siete voi

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: