Manchester City senza pace: ennesima multa per gli Sky Blues dalla UEFA

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Continua la sfida a colpi di multe tra il Manchester City e la UEFA. Dopo che il massimo organo calcistico europeo multò gli Sky Blues per non aver rispettato i termini del fair play finanziario, ora la UEFA torna alla carica contro la compagine di Guardiola. Nemmeno il coronavirus ha indotto la UEFA a chiudere un occhio e essere più clemente, infliggendo una multa da 3.000 al Manchester City per la violazione collegata alla divisa pre-partita della squadra.

L’irregolarità è stata riscontrata durante la gara di Champions League contro il Real Madrid, nell’ottavo di finale d’andata vinto dal City. La divisa incriminata è la felpa rosa indossata dai calciatori durante l’inno iniziale della Champions League. Ciò dunque riguarda l’anthem jacket della squadra inglese, dov’era presente lo sponsor Marathonbet, presente sia sul retro che sul davanti la divisa. Secondo il regolamento, non sono consentiti loghi sul retro della divisa ma solo sulla parte frontale purché non siano superiore ai 20 cm.

Per pagare la multa, il City avrà tempo 90 giorni e il portale Calcio e Finanza ricorda che anche Tottenham e Liverpool, sono state multate per alcuni illeciti come l’ingresso in campo ritardato e l’esplosione di fuochi da parte dei tifosi del Liverpool.

  •   
  •  
  •  
  •