Serie A, due ipotesi per concludere la stagione

Pubblicato il autore: Alessio Prastano Segui

Official Logo Serie A before the Italian Serie A football match between SS Lazio and Genoa CFC at the Olympic Stadium in Rome, on september 29, 2019. (Photo by Silvia Loré/Sipa USA)

Serie A, ci sono due ipotesi per concludere la stagione: dopo lo stallo dei giorni scorsi, i club del massimo campionato italiano non hanno ancora trovato una quadra per poter completare la stagione, interrotta il 9 marzo scorso con Juventus – Inter.

Nell’edizione odierna, il quotidiano Il Corriere dello Sport riporta due scenari plausibili per portare a termine la competizione nazionale: la prima, quella che sta prendendo maggiore quota in queste ore, è quella che prevede l’ipotesi di riprendere a giocare a fine maggio, ma a porte chiuse ed in campo neutro. Per evitare le zone dove il contagio da coronavirus è ancora molto incisivo, si sta pensando di spostare le partite in zone meno infettate di altre. In questo caso, sarebbe da evitare San Siro, lo stadio dell’Atalanta, a Bergamo, Torino e l’Emilia Romagna.
Difficile immaginare che gli stadi riaprano le porte a fine maggio.
Di conseguenza, il campionato potrebbe concludersi entro la fine di luglio, permettendo alle squadre di cominciare la nuova stagione secondo il timing previsto, a metà agosto, rispettando cosi l’appuntamento degli Europei, riprogrammato tra giugno e luglio 2021.

La seconda opzione, quella meno quotata, è la chiusura anticipata del campionato. Ciò comporterebbe la mancata assegnazione dello scudetto 2019/2020, oltre alla mancata retrocessione delle squadre che si trovano attualmente in fondo alla classifica. La stagione 2020/2021 verrebbe disputata a ventidue squadre, con la conseguente formazione di un calendario più intasato.

Intanto, le squadre continuano a ragionare sul da farsi. Ma l’unico dato che emerge dalla Lega di Serie A è la mancata unione di intenti.

  •   
  •  
  •  
  •