La tragedia dell’ Heysel – 28 Maggio 1985

Pubblicato il autore: Patrizio Fagioli Segui

29 Maggio 1985 – La tragedia dell’ Heysel
Era il 29 Maggio di 35 anni fa e si giocava la finale della Coppa dei Campioni fra Juventus e Liverpool allo stadio Heysel di Bruxelles. Partita che purtroppo resterà nella memoria di tutti come “La tragedia dell’ Heysel” e non per l’esito sportivo. La tragedia dell’ Heysel: si conteranno 39 vittime di cui 32 italiani e 600 feriti .

Circa un ora prima della partita partita gli hooligans cominciarono a cercare di entrare nel settore dei tifosi juventini e finirono con il riuscirci, B.Pizzul durante la telecronaca disse “la situazione è degenerata sotto il profilo dell’ordine pubblico , il settore riservato ai tifosi del Liverpool è debordato in un altro settore dove c’erano gli juventini, sono scoppiati alcuni tafferugli e poi nella calca della folla sono crollate alcune cancellate e dopodiché molta gente si è riservata sul terreno di gioco“. La cronaca della tragedia dell’ Heysel ci racconta che i tifosi juventini indietreggiarono dopo aver provato invano a raggiungere il campo da gioco (respinti dalla polizia belga a colpi di manganello) e si accalcarono sul muro opposto alla curva dei sostenitori del Liverpool cercando di allontanarsi. Fu allora che il murò crollò e e moltissime persone rimasero schiacciate dal peso del muro e delle persone che nel fuggi fuggi generale, scappavano per raggiungere la via d’uscita.

Leggi anche:  Italia-Galles: quella volta che...i precedenti

Si contarono 39 morti di cui 32 italiani e 600 feriti nella tragedia dell’Heysel che portò anche alla caduta del governo Belga all’indomani della partita. Una tragedia che portò le squadre inglesi ad essere escluse da tutte le coppe europee. Con una parte di stadio crollata e con i tifosi in campo, alcuni giocatori Juventini fra cui Tardelli, Cabrini e Brio dimostrarono grande coraggio andando letteralmente in mezzo al pubblico per cercare di placare gli animi.

Nell’incredulità generale  la partita venne giocata ugualmente. Bruno Pizzul affermò in diretta “consentitimi di non definirla finale di Coppa Campioni ma una semplice partita che viene giocata per motivi di ordine pubblico“. La Juve vinse con un calcio di rigore procuratosi da Z.Boniek e realizzato da M.Platini. I festeggiamenti dei calciatori non vennero presi bene dalla stampa e portò i giocatori e la società Juventina a scusarsi il giorno dopo.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

29 Maggio 1985 – La tragedia dell’ Heysel

  •   
  •  
  •  
  •