Mainz-Lipsia 0-5, le pagelle. Kampl e Werner straripanti

Pubblicato il autore: Giacomo Morandin Segui

Mainz-Lipsia è stata la fotocopia esatta della partita dell’andata, con la squadra di Beierlozer che non scende praticamente in campo e il Lipsia domina completamente il gioco, con Kampl e Werner sugli scudi.
I ragazzi di Nagelsmann vincono 0-5 e rimangono attaccati al treno Champions con uno sguardo molto interessato alla sfida-scudetto di Dortmund di martedì tra Borussia e Bayern. Ecco le pagelle del match.

MAINZ
Müller 5.5: incolpevole su quasi tutti i gol, ne salva almeno altri due.
St Juste 3.5: non vince un contrasto, il suo atteggiamento è deleterio e si fa infilare ovunque da Werner.
Bruma 4: sbaglia tutto ciò che si può sbagliare, viene sostituito all’intervallo.
Niakhatè 4: non è da meno dei due compagni di reparto, perde nettamente il duello con Poulsen.
Baku 4.5: un fantasma.
Edimilson 4: letteralmente asfaltato da Kampl, perde 8 palloni.
Kunde 4.5: vedi Baku.
Caricol 5: forse è il meno dannoso di tutti, comunque non fa nulla per dare un apporto positivo.
Boetius 5: in 61 minuti riesce a toccare solo 26 palloni, inesistente su tutti i fronti.
Onisiwo 4.5: non sostiene Quaison nelle rarissime occasioni del Mainz, riesce a fare peggio di Boetius.
Quaison 5.5: l’unico che ci prova, si sbatte e prova a mettersi sulle spalle la squadra, anche lui crolla alla distanza.

Leggi anche:  Il campione dell'Atalanta scatena un'asta europea!

Mateta 5: poco più di Onisiwo, per poco segna un gol di tacco da antologia.
Barreiro 5.5: frizzantino, ci mette voglia e poco più ma almeno entra con piglio positivo.
Awoniyi sv
Latza sv
Oztunali sv

All. Beierlorzer 4: i suoi prendono 13 gol dal Lipsia tra andata e ritorno, mette in campo una squadra impresentabile.

LIPSIA
Gulacsi 6: spettatore non pagante.
Laimer 6: si fa male verso la fine del primo tempo, fino a quel momento apporto positivo.
Klostermann 6.5: un paio di chiusure da gran difensore.
Upamecano 6.5: annulla letteralmente Onisiwo.
Halstenberg 6.5: preciso, inossidabile e comandante dell’intera fascia sinistra.
Dani Olmo 6: un po’ nell’ombra in questa partita, perde qualche pallone di troppo ma la prestazione nel complesso è buona.
Sabitzer 7: regista del centrocampo, 90% di precisione nei passaggi e si toglie lo sfizio del gol.
Kampl 8: onnipresente, ogni pallone che tocca è pericoloso e la ciliegina sulla torta è l’assist per lo 0-4 a Werner.
Nkunku 6.5: sfortunatissimo, poteva segnare almeno due gol ma la sorte non è dalla sua.
Poulsen 8: il capitano non tradisce. Partita sensazionale, timbra il cartellino e firma addirittura due assist, fa ballare la samba a Niakhatè.
Werner 9: 24 gol in 27 partite di campionato. Una tripletta che sigilla, semmai ci fosse ancora bisogno, il suo status di vice capocannoniere dietro a Lewandowski. Partita sensazionale, annienta St Juste e sbaglia almeno altri tre gol per troppa sicurezza nei propri mezzi: fenomeno.

Leggi anche:  Sky o Eleven Sports? Dove vedere Argentina-Paraguay in tv e in streaming, Copa America 3^ giornata

Mukiele 6: entra al posto dell’infortunato Laimer, gestisce bene i pochi pericoli che arrivano dalle sue parti.
Orbàn 6: due belle chiusure nel finale di match.
Adams sv
Wolf sv
Lookman sv

All. Nagelsmann 8: ormai non è più una sorpresa, ma il suo Lipsia oggi ha dato una lezione di calcio. I suoi attaccanti falliscono molte altre occasioni da gol (aspetto da migliorare) altrimenti il passivo sarebbe stato ancora più pesante.
Velocità, verticalità e un pressing estenuante portano in saccoccia 3 punti, bel gioco e la zona titolo a portata di mano.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: