Napoli, Osimhen sostituisce Milik

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Milik e il Napoli sono ormai distanti l’uno dall’altro, con l’attaccante polacco che ha manifestato la sua voglia di andare via, secondo le ultime indiscrezioni si pensa di un possibile approdo alla Juventus.  Per questo motivo la squadra partenopea inizia a guardarsi intorno, in cerca di un sostituto di Milik, con un particolare occhio verso la Francia, in direzione Lille. Sì, perché lì si trova uno dei talenti più promettenti del panorama calcistico europeo, ovvero Victor Osimhen, attaccante nigeriano classe ’98.

La trattativa – Secondo le ultime indiscrezioni, Giuntoli, Ds del Napoli, avrebbe trovato un accordo con il giocatore, ma la vera difficoltà sarà trattare con il Lille, che chiede almeno 55 milioni di euro. Osimhen piace molto a Gattuso, in quanto forte fisicamente ed ha un notevole fiuto del gol, come dimostrato in questa stagione a metà, dove il nigeriano ha segnato 18 reti, di cui due in Champions League. Dati molto esaltanti che hanno permesso al Napoli di mettere gli occhi sul giovane attaccante classe ’98 e provare a bruciare la concorrenza, in particolar modo il Liverpool. Il Napoli già la scorsa sessione estiva di mercato si era fatto soffiare da una squadra di Premier League, l’Arsenal, un altro gioiello del Lille, ovvero Nicolas Pépé. I transaplini all’epoca avevano detto di sì all’offerta di 80 milioni presentata da De Laurentiis, ma quest’ultimo aveva rifiutato di versare gli oneri agli agenti del giocatore, facendo saltare l’affare e portando Pépé all’Arsenal. Il Napoli, ora, non vorrà ripetere lo stesso errore, ecco perché si sta muovendo in anticipo per aggiudicarsi uno dei talenti più cristallini del panorama mondiale, cercando di sbaragliare la concorrenza di mezza Europa. Rino Gattuso, quindi, sta ridisegnando l’attacco, con gli addii quasi certi di Callejon e Arek Milik, oltre che una possibile partenza di Lozano, puntando i giovani talenti che possano far crescere il Napoli nel breve e lungo periodo.

  •   
  •  
  •  
  •