Parziale riapertura stadi: Agnelli convince la Lega?

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

stadio di proprietà

Il calcio italiano, dopo il Coronavirus, si appresta a ripartire e valuta anche, a partire dalla seconda metà di luglio, la parziale riapertura stadi al pubblico: è quanto riferito da “La Stampa” nell’edizione di oggi, domenica 31 maggio 2020, secondo cui i vertici del pallone nostrano avrebbero iniziato a sviluppare elucubrazioni attorno alla possibilità di riaccogliere alcuni spettatori negli impianti di gioco italiani in totale sicurezza, con parametri e norme ben definiti. Promotore dell’iniziativa il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, il quale, a margine dell’assemblea di Lega tenutasi venerdì, avrebbe raccolto consensi dopo aver presentato la sua proposta…

Parziale riapertura stadi in Italia? Andrea Agnelli: “Altrove lo fanno o lo faranno”

“Perché non cominciamo a ragionare, se le condizioni lo permetteranno, a consentire nel rispetto della sicurezza una piccola presenza di tifosi allo stadio? Altrove lo fanno o lo faranno con percentuali dal 10 al 25% della capienza degli impianti: questa è la frase che Agnelli avrebbe pronunciato in Lega per avviare un ragionamento circa la parziale riapertura stadi in Serie A. Come riporta “La Stampa”, i club stanno lavorando alacremente in queste giornate per predisporre uno studio di fattibilità utile a rendere concreto questo proposito e presentarlo ufficialmente alla Lega e alla Figc, chiamate entrambe a fornire un primo verdetto prima di interfacciarsi e dialogare col Governo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Le prime dichiarazioni su Instagram di Christian Eriksen