Sacchi: “Tutti possono vincere, è il modo in cui vinci che fa la storia”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Arrigo Sacchi è sempre stato un esteta del calcio. A lui non bastava vincere. Una vittoria che arrivava giocando male, all’ex tecnico del Milan non andava giù e questo concetto lo ha ribadito negli anni, spesso alimentando polemiche con altri allenatori. Arrigo è sempre rimasto se stesso e indubbiamente il suo Milan era una macchina perfetta, capace di vincere e convincere per due anni fila nell’Europa che conta.

Insomma, per Sacchi una vittoria senza bel gioco, è un successo finto e di poco valore, il quale non rimarrà mai nella storia del calcio. Durante un’intervista a DAZN, l’ex CT della Nazionale ha voluto ribadire questo concetto con le seguenti dichiarazioni:

Le critiche peggiori? Io sono arrivato in Serie A con il ‘Corriere della Sera’ che mi dava del nessuno, al primo colpo abbiamo vinto il campionato, al primo colpo abbiamo vinto la Coppa dei Campioni, al primo colpo abbiamo vinto la Supercoppa Europea al primo colpo abbiamo vinto la Supercoppa Italiana, al primo colpo abbiamo vinto la Coppa Intercontinentale. Ma quello che conta, ricordatevi tutti: vincere possono vincere tutti, è il modo in cui vinci che fa storia“. 

Leggi anche:  Ottavi Euro 2020: dove si piazzano le migliori terze nel tabellone?

Quella finale dei Mondiali…

Sacchi ha parlato dei suoi momenti negativi nell’arco della sua carriera, quelli che rimangono alla storia in ogni caso ma che ancora bruciano, come la finale dei Mondiali del 1994 quando sedeva sulla panchina della Nazionale. Per Sacchi però non è la più bruciante:

“La sconfitta peggiore? Tutte le sconfitte mi hanno fatto male, tutti pensano che io dica il Mondiale…no, perché meritavano più loro. Finché questo paese non capirà il merito sarà un paese ignorante. Se ho mai pensato di mollare nella mia carriera? Io quando arrivai al Parma firmai per un solo anno pensando di smettere l’anno successivo, perché ci stavo rimettendo la salute. Il vero successo è quando tu non devi rimpiangere nulla e quando uno ha dato tutto quello che può dare non ha rimpianti. Sono felice”.  

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,