Serie C, il sindaco di Bari furibondo: “Non si può decidere una promozione con un algoritmo”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

La Serie C è stata sospesa e la decisione presa dal Consiglio della categoria – che dovrà essere ufficializzata dal Consiglio Federale – fa molto discutere. A livello di promozione in Serie B, una delle squadre che ne ha fatto le spese è stato il Bari. I pugliesi sono stati estromessi dalla corsa alla miglior seconda per via della media punti. In B infatti andrà il Carpi e il Bari rimarrà a bocca asciutta.

I tifosi non ci stanno e il sindaco della città Antonio Decaro, pure. Intervistato dal Corriere dello Sport, il primo cittadino di Bari ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in merito a questa discutibile e forse affrettata decisione:

”In Serie C si devono fare i play-off per decretare la quarta squadra promossa sul campo e non a tavolino. Il criterio della media punti rappresenta solamente una soluzione bizzarra rispetto a ciò che sono le linee guida stabilite dalla UEFA. Credo che debba intervenire il Consiglio Federale, per me è assurdo che un algoritmo matematico decida chi andrà in Serie B”. 

La decisione del Consiglio di Serie C non è proprio piaciuta a Decaro che da grande combattente com’è, non si arrende e propone una soluzione alternativa a quella appena scelta: “Sarebbe meglio giocare tutte le partite in una sede unica tutte le sfide, in questo modo a decidere la promozione sarà il pallone”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: