Uefa, Juventus-Lione si potrebbe giocare l’8 agosto

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui


Secondo un’indiscrezione rivelata dall’emittente francese RMC sport, si potrebbe giocare la partita di ritorno Juventus-Lione l’8 agosto.

L’emittente televisiva francese RMC sport ha rivelato che l’Uefa starebbe valutando tutte le ipotesi per far disputare le gare degli ottavi di finale interrotte dalla pandemia Covid-19. In questa eventualità, proprio la gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League Juventus-Lione si potrebbe disputare l’8 agosto a Torino. Stante la persistenza dell’emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus, per permettere lo svolgimento della partita dovrebbero sussistere in ogni caso tutte le condizioni sanitarie per garantire la massima sicurezza. Infatti, nei giorni scorsi la Uefa aveva confermato la sua intenzione di portare a conclusione la Champions League.

La partita di andata Lione-Juventus

La gara di andata degli ottavi di finale di Champions League Lione-Juventus si era conclusa 1-0. Il gol per il Lione venne realizzato da Tousarat.

Il possibile calendario per terminare la Champions League

Sempre stando a quanto rivelato dall’emittente francese RMC sport, la Uefa starebbe attentamente valutando le ipotesi per concludere la Champios League disputando i quarti di finale dal 10 al 12 agosto. Queste gare sarebbero disputate, inoltre, secondo una formula ancora da definire.
L’emittente televisiva francese avrebbe appreso queste informazioni da una fonte interna alla Uefa.

La finale della Champions League a Istanbul

Il presidente della federcalcio turca (Tff), Nihat Ozdemir, avrebbe confermato l’esistenza di un piano della Uefa per far giocare la finale di Champions League a Istanbul il 29 agosto. L’annuncio della possibilità di disputare la finale di Champions a Istanbul è arrivato nelle stesse ore in cui veniva dato il via libera alla ripresa del campionato di calcio in Turchia dal 12 giugno.
Quindi, anche le dichiarazioni del presidente della federcalcio turca confermerebbe l’esistenza del piano della Uefa per portare a conclusione la Champions League. La finale, perciò, si potrebbe disputare allo stadio olimpico Ataturk.
In riferimento alle ipotesi, attualmente in studio, per la conclusione della Champions ha espresso la sua opinione anche Armand Duka, membro del comitato esecutivo dell’Unione delle Associazioni calcistiche europee e presidente delle Federcalcio albanese: “Il Psg giocherà le partite di Champions, così come il Lione. Per le altre partite si sta pensando come ci si può organizzare. Ci potrebbe essere una partita secca, con semifinale e finale giocata a Istanbul“. Duka, che ha rilasciato un’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli, ha aggiunto che: “In questi giorni non ho avuto alcun contatto con Gravina. A mio avviso ci sono attività pericolose del calcio, ma ad esempio sul tema dei contatti decide la Fifa e c’è uno specifico regolamento legato al Coronavirus“.

L’Uefa ha attivato le procedure di rimborso dei biglietti per gli Europei 2020 rinviati

Come noto gli Europei di calcio sono stati rinviati al 2021. In questo contesto, la Uefa ha attivato le procedure per il rimborso dei biglietti. La richiesta andrà effettuata entro le ore 14 del 26 maggio. Inoltre, questa procedura riguarda solamente i biglietti che non potranno essere utilizzati dagli acquirenti. La somma verrà accreditata sulla stessa carta di credito con cui è stato effettuato l’acquisto in precedenza.
Pertanto, chi desidera invece mantenere la prenotazione per il proprio posto per le gare in tabellone nel 2021, non sarà necessaria nessuna ulteriore modifica. Infatti, i biglietti già acquistati saranno automaticamente validi per il prossimo anno.

  •   
  •  
  •  
  •