Ada Hegerberg e la sua battaglia vinta: firma contratto milionario con la Nike

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Quando si parla di Ada Hegerberg, le presentazioni sono superflue. Nel mondo del calcio femminile, tutti la conoscono come una calciatrice dotata di grande classe, cuore e carattere. Una ragazza che sa il fatto suo, Pallone s’Oro femminile e che ha da sempre lottato contro la discriminazione nel mondo del calcio. Qualcosa nel calcio femminile sta cambiando finalmente. In Italia la FIGC ha comunicato l’avvio al professionismo nel calcio in rosa a partire dal 2022/23, mentre negli USA – dove il professionismo nel pallone femminile c’è da tempo – si discute per la parità di salario tra uomini e donne.

Una questione molto cara alla norvegese Hegerberg che ha svolto una battaglia importante a riguardo. La ragazza milita in Francia nel Lione, ma la lotta della Hegerberg si riferisce alla Federazione Norvegese, restia a fornire il giusto salario alle calciatrici in comparazione a quello maschile. Tale battaglia portò la 24enne a rinunciare alla partecipazione del Mondiale con la sua Nazionale lo scorso anno. Il tutto in segno di protesta. La sua decisione ha smosso le acque in maniera netta e se il calcio femminile è più riconosciuto a livello mondiale, il merito è di persone come la Hegerberg e delle sue scelte coraggiose.

Leggi anche:  Cessione al Marsiglia di Milik, ad un passo dalla Lique 1

Contratto milionario della Nike per lei

L’attaccante del Lione ha dato vita a una lotta che l’ha portata a stipulare con la Nike un contratto di 10 anni da 1 milione di euro. Un giusto premio per una guerriera del calcio femminile. Non partecipare allo scorso Mondiale è considerata da molti una scelta discutibile, dato che la battaglia per la discriminazione e il riconoscimento del calcio femminile è stato portato avanti da personalità forti come la statunitense Rapinoe, la quale partecipò alla competizione. In ogni caso, la giovane norvegese è riuscita a mettere al centro delle discussioni calcistiche un problema, stipulando pure un ricchissimo contratto che potrebbe arrivare anche per altre ragazze del settore. Non roba da poco.

  •   
  •  
  •  
  •