Ancelotti nei guai con il fisco spagnolo

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Brutte notizie per Carlo Ancelotti. L’ex allenatore di Milan e Napoli, attualmente alla guida dell’Everton, è stato accusato dal fisco spagnolo di aver evaso tasse per un milione di euro. I compensi sarebbero derivati dai diritti d’immagine percepiti dall’allenatore di Reggiolo nel biennio in cui ha allenato il Real Madrid (2013-2015).

L’accusa è arrivata dalla Procura della Provincia di Madrid la quale afferma che Ancelotti avrebbe usato delle Società private in qualità di “prestanome” al fine di npon risultare il destinatario di quei proventi. Più nello specifico è emerso che l’allenatore avrebbe firmato, in data primo luglio 2013, un contratto con la Società Vapia Limited alla quale avrebbe ceduto il beneficio dei propri diritti d’immagine per la somma di 25.000.000 di euro. Il giorno dopo, però, la stessa Vapia Limited ha nominato Ancelotti suo delegato concedendogli il pieno potere di gestione dei propri diritti d’immagine precedentemente ceduti a fronte del pagamento della cifra simbolica di un euro.
Il danno al tesoro spagnolo è stimato complessivamente per 1.062.079 mila euro. Oggi è scattato un procedimento a carico dell’allenatore della “Decima” che dovrà dunque difendersi dall’accusa di evasione fiscale pur avendo, come si legge nella nota emessa dalla procura, dichiarato gli importi relativi agli stipendi percepiti dal Real nel suddetto biennio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Portogallo, UFFICIALE il giocatore positivo al Covid-19, addio Europeo