Francia, clamoroso in Ligue 1: si riprende a fine giugno?

Pubblicato il autore: Giacomo Morandin Segui


Clamoroso in Francia: la UEFA ha aperto alla possibilità di far ripartire il campionato della Ligue 1, a patto che finisca entro il 2 agosto, termine ultimo di scadenza per la fine dei campionati nazionali.
La Ligue 1 era stata dichiarata conclusa dal governo francese il 28 aprile assegnando il titolo al Paris Saint Germain, mentre Amiens e Tolosa sono state retrocesse in Ligue 2, anche se il caso più eclatante è stato quello del Lione rimasto fuori dalle coppe europee.

Nei mesi scorsi sono state parecchie le squadre a far sentire il proprio dissenso al Governo, e il presidente del Lione Aulas si è fatto portavoce del gruppo di club comprendenti OL, Saint Etienne, Amiens e Tolosa che hanno presentato ricorso (chiedendo inoltre 800 milioni di euro di danni) e sul quale il Consiglio di Stato francese dovrebbe pronunciarsi in queste ore.
Il vertice della UEFA Aleksander Ceferin, intervistato da “Le Parisien” ha confermato la presa di posizione iniziale della UEFA: “E’ competenza delle federazioni nazionali decidere sul campionato, oltre ovviamente a tenere conto delle misure di sicurezza dei singoli governi nazionali”. Da Nyon quel 28 aprile inoltre avevano espresso l’immediato disappunto sulla decisione della LFP riguardo lo stop “prematuro” del campionato.

In Ligue 1 rimarrebbero dieci giornate da giocare (per Strasburgo e PSG undici), ma a causa dei tempi ristretti si sta spingendo per effettuare playoff e playout, con criteri ancora da definire.
Nel mentre, gran parte delle squadre non si sono allenate dopo la decisione della LFP e del Governo e non sarebbero pronte a ricominciare immediatamente: solo Rennes, Strasburgo, PSG e Lione (oggi) hanno allenamenti sulle gambe e il rischio infortuni sarebbe altissimo.

  •   
  •  
  •  
  •