Il sindaco di Bergamo Gori: “Atalanta come la sua gente. Festa in città? Servirà ancora del tempo”

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui


L’Atalanta e i bergamaschi ripartono in vista della ripresa del campionato di Serie A 2019/20. Un contesto molto particolare, dove c’è la necessità di guardare avanti nel ricordo di chi, in quel di Bergamo, ha perso tutto per via dell’emergenza Coronavirus. In tutto questo, la Dea ha l’obbiettivo di regalare una gioia a questa città, visto il legame tra i neazzurri e tutto il popolo bergamasco. Ai microfoni della Gazzetta dello Sport, ha parlato il sindaco di Bergamo Giorgio Gori.

Le parole di Giorgio Gori (sindaco di Bergamo)

“Ripartiamo da una situazione molto più tranquilla. Rispetto a marzo sono cambiate tante cose, ma ora stiamo ritornando alla normalità: ora è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche , e ricostruire tutto quello che il Coronavirus ha portato via. Non mi era mai capitato di affrontare una situazione del genere, ma il virus ci ha cambiato: ora vediamo la luce in fondo al tunnel. L’Atalanta rappresenta il popolo bergamasco, raggiungendo risultati straordinari in Italia e in Europa. Ripresa? Hanno il mio consenso, nonostante le porte chiuse. Gasperini sogna una festa con la città, mancano i bagni di folla nerazzurra – continua Gori – , ma servirà ancora del tempo prima di ritornare completamente alla normalità”.

  •   
  •  
  •  
  •