L’iniziativa della “Tabacart”: mascherine a tema Atalanta. Donati 3000 euro alla Bergamo Sanità

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

In quel di Bergamo, l’aiuto verso il prossimo è un fattore che non passa mai in secondo piano, specialmente in un contesto così delicato come quello del Coronavirus. Sappiamo quanto il territorio bergamasco abbia pianto i suoi cari scomparsi negli ultimi tre mesi, e ciò non ha fatto altro che rimarcare sempre di più i valori che hanno sempre caratterizzato l’identica della stessa Bergamo: impegno, sudore e l’essere sempre pronti a dare una mano nei momenti di difficoltà. La beneficenza è sempre cosa buona e giusta, poi se è a tema Atalanta c’è ancora più passione nel farla. Ecco l’iniziativa benefica fatta dalla tabaccheria “Tabacart” di Scanzorosciate (nel bergamasco): tutto in salsa nerazzurra.

Mascherina della Dea per un risultato benefico da “Dea” – La Fase 2 è ormai diventata una vera e propria routine quotidiana, e la necessità di dare alla gente almeno una mascherina era talmente tanta da far scaturire un’idea ai proprietari del Tabacart di Scanzorosciate: perché non crearle a tema Atalanta per poi devolvere l’incasso in beneficenza? Per trasformare questo pensiero in realtà, c’è il bisogno di un terzo componente, in grado di dare una mano da un punto di vista materiale, e quel qualcuno è Alessandro Lissa Pezzotta (conosciuto all’interno del mondo atalantino per la sua collaborazione con il gruppo Chei de la Coriera). Neanche il tempo di annunciare la vendita delle nuove mascherine, che molti tifosi dell’Atalanta si sono fatti avanti per prenderle, e il risultato è stato qualcosa di straordinario: oltre 3000 € donati alla Bergamo Sanità.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Nico Gonzalez alla Fiorentina: cifre e dettagli dell'accordo
Tags: