Modric rammaricato: “Mi immaginavo calciatore del Milan”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Luka Modric è sicuramente uno dei migliori centrocampisti in attività. Protagonista con il Real Madrid, Modric nel 2018 ha vinto il tanto ambito Pallone D’oro, sbaragliando la concorrenza di Messi e Cristiano Ronaldo, con quest’ultimo nell’estate del 2018 passato alla Juventus. Il croato è stato spesso oggetto di desiderio di moltissimi club, specialmente quelli italiani, ma più volte ha ribadito la sua volontà di restare a Madrid e chiudere la sua straordinaria carriera con addosso la maglia del Blancos. Con il Real Madrid, Modric, ha vinto quattro UEFA Champions League, quattro Coppa del Mondo per club e tre Supercoppa UEFA.

Modric e il sogno chiamato Milan

Tra gli estimatori di Modric c’è sicuramente il Milan che l’estate del 2019 è stato vicino all’acquisto del regista croato. Resterà sicuramente soltanto un sogno, visto che come detto prima Modric è intenzionato a chiudere la propria carriera al Real Madrid. Luka, però, non ha mai nascosto la propria passione e tifo per i rossoneri e tra le due parti c’è rammarico per un matrimonio che, purtroppo per il Milan, non si è mai ufficializzato: “Boban per me è un idolo e mio padre, quando ero piccolo, mi comprò una tuta rossonera. Mi immaginavo calciatore del Milan ma è andata diversamente. In Italia si è parlato di una mia firma con Milan o Inter? Se a Madrid le cose non fossero andate bene, mi sarei visto in Serie A” ammette il croato nell’intervista rilasciata per la Gazzetta dello Sport. Modric, inoltre, ha commentato il periodo No del club di Via Aldo Rossi, mostrando il suo dispiacere: “Oggi guardo la A e mi spiace per il Milan, il vero Milan manca all’Italia e all’Europa. Ho un gruppo whatsapp con Brozovic e Badelj, c’è anche Pasalic che finalmente ha trovato il club giusto“. Quando la carriera del regista era in ascesa, Boban, leggenda croata e idolo di Modric, gli regalò una tuta del Milan, quasi come gesto che avrebbe poi dovuto portarlo verso i rossoneri. Corteggiamento che però non è andato a buon fine e che hanno portato il croato lontano dal campionato italiano.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Chiarimento Conte - Maresca: si va verso una squalifica non superiore alle due giornate