Mondiali di calcio femminile 2023: avanzano tre candidature

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui


Se il calcio femminile ha cominciato a prendere seriamente piede in Italia lo si deve anche e soprattutto ai Mondiali di Francia tenutisi lo scorso anno, che hanno visto le ragazze di Milena Bertolini sorprendere un po’ tutti i pronostici e spingersi fino ai quarti di finale, poi persi, contro l’Olanda. Un percorso di crescita costante quello intrapreso dalle azzurre che si riflette anche nel percorso di qualificazione ai prossimi europei in Inghilterra nel 2022, percorso netto nel quale le nostre ragazze devono ancora conoscere la prima sconfitta.

É quindi naturale, visti i risultati, che la nostra Nazionale volga uno sguardo ottimista al futuro e cominci a pensare magari anche ai prossimi Mondiali che si svolgeranno nel 2023. La Fifa, proprio in questi giorni, sta vagliando le candidature dei Paesi ospitanti e, in base alle prime indiscrezioni, pare che il calcio femminile sarà destinato a segnare un nuovo punto di rottura.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Mondiali di calcio femminile 2023: Australia e Nuova Zelanda favorite per l’organizzazione

Dopo che il Brasile ha ritirato la propria candidatura all’inizio di questa settimana, a contendersi l’organizzazione dei prossimi Mondiali di calcio femminile sono rimaste Colombia, Giappone e Nuova Zelanda/Australia che hanno presentato una candidatura congiunta. Dalle prime votazioni emerge che siano proprio le due Nazioni oceaniche quelle maggiormente favorite per l’organizzazione della kermesse iridataavendo ottenuto uno score di 4.1 su 5, superando Giappone (3.9) e Colombia (2.8).

Sarebbe un evento unico per il Continente Oceanico che mai ha ospitato una manifestazione calcistica di livello mondiale. Una candidatura che dimostra anche l’appeal e la ventata di novità che il calcio femminile sta portando a tutto il movimento.

  •   
  •  
  •  
  •