Mughini attacca: “Juventus distrutta dalla quarantena, è un vero disastro”

Pubblicato il autore: Gaetano Masiello Segui

Mughini, deluso dopo la sconfitta della Juventus contro il Napoli. Il tifoso della Juventus, Giampiero Mughini, ha pubblicato una lettera su Dagospia.com in cui analizza e commenta la sconfitta della sua Juventus nella finale di Coppa Italia contro il Napoli dopo i calci di rigore.

Mughini, il suo punto di vista sulla finale di Coppa Italia

Mughini, fanno discutere le sue parole nei confronti della Juventus all’indomani della sconfitta in Coppa Italia contro il Napoli. Ecco le sue parole: “La Juventus è stata amazzata dalla quarantena, adesso è un disastro. Complimenti al Napoli e a Gattuso, che ha vinto la sesta Coppa Italia della storia del Napoli, la terza con De Laurentiis presidente. Il Napoli è andato alla grande e meritava ai punti la vittoria nei 90 minuti ma nel calcio la vittoria ai punti non c’è”.

Mughini racconta il match dell’ Olimpico. “I primi trenta minuti hanno creato una sorta di cassaforte e la Juventus non poteva fare niente, nonostante fosse pimpante. Il Napoli ha preso coraggio, hanno preso un palo con Insigne su punizione e nel secondo tempo hanno avuto 3-4 palle gol con Buffon che ha fatto un miracolo deviando la conclusione di un calciatore napoletano sul palo. Quando siamo arrivati ai rigori, ero convinto che il Napoli avesse 70% di possibilità rispetto alla Juve”.

Mughini, il suo racconto ‘ironico’ dei calci di rigore. “Quando Dybala ha sbagliato il primo calcio di rigore, ho capito che era finita. Quando Danilo ha sbagliato il secondo rigore, dopo averlo rimunigato un pò era surreale. I calciatori del Napoli hanno calciato bene i rigori e Buffon non poteva fare nulla. Dio che disastro, Dio che tracollo, Dio che Juve ammazzata dalla quarantena. Succede. Nella vita come nello sport”.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fiorentina-Crotone: quella volta che...i precedenti