Napoli, senti Aronica: “Buona squadra, ma vincerà la Juve”

Pubblicato il autore: GianmarcoMinossi Segui

Intervistato dalla redazione di TuttoJuve.com, l’ex giocatore del Napoli Salvatore Aronica, con un breve trascorso anche nella Juventus, ha parlato della finale di Coppa Italia che domani metterà di fronte bianconeri e partenopei. Con un accenno anche alla sfida del 2012, che vide gli azzurri imporsi sulla Vecchia Signora.

Bianconeri favoriti

Aronica comincia sbilanciandosi su un pronostico per la sfida di domani: “Il mio Napoli e quello di adesso sono due squadre totalmente diverse: questo ha accorciato il gap con la Juventus, ma non lo ha ancora azzerrato, perché nei bianconeri ora gioca un certo Cristiano Ronaldo.  Quindi è logico che la Juve sia favorita: secondo me domani vincerà 2-0.” L’ex difensore azzurro si concede anche un tuffo nel passato: “Ricordo molto bene la finale del 2012: quando siamo passati in vantaggio abbiamo cominciato a pensare che potevamo vincerla, cosa che poi è effettivamente successa. Ronaldo in calo? Dopo mesi di inattività non si può pretendere che le squadre vadano a mille all’ora, bisogna dare tempo, ma sono sicuro che già contro il Napoli la squadra sarà più pimpante. Buffon? Gli auguro di cuore di vincere la Coppa, sarebbe il degno coronamento di una carriera eccezionale.”

Leggi anche:  Dove vedere Cile-Bolivia, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

Sarri contro Gattuso

Aronica mette poi a confronto i due tecnici, Maurizio Sarri Gennaro Gattuso: “Sarri è un esteta del gioco ed è più spettacolare, mentre Gattuso è pragmatico e più difensivo; è ripartito dal 4-3-3 di stampo sarriano e lo ha modellato secondo il proprio credo, ottenendo buoni risultati. Come fermare le ripartenze del Napoli? Bisognerà stare vicini agli avversari per non correre rischi; i partenopei sono abili in difesa, si chiudono in maniera compatta e poi quando intercettano il pallone sono capaci di ripartire subito sfruttando i velocisti come Mertens, Callejon e Politano.” L’ex difensore si sofferma poi sul confronto tra il gioco di Sarri ai tempi del Napoli e quello di oggi alla Juventus: “Penso che Napoli e anche Chelsea siano due palcoscenici differenti da quello della Juve, soprattutto perché a Torino devi vincere e non arrivare in fondo. Per cercare di ottenere dei buoni risultati, ha messo un po’ da parte quello che è il suo credo.” Chiosa finale sul grande ex, Gonzalo Higuain: “Non penso che possa giocare titolare, non è ancora in forma. E comunque la Juve dispone di molti altri campioni come Ronaldo, Dybala, Cuadrado e Douglas Costa.”

  •   
  •  
  •  
  •