“Non esitare ad andare a Barcellona”. Ecco le parole di un ex calciatore dell’Inter sul futuro di Lautaro

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Dopo l’eliminazione in Coppa Italia giunta per mano del Napoli, l’Inter si sta preparando per il recupero della venticinquesima giornata per ritrovare una vittoria che le consentirebbe di non abbandonare le speranze scudetto e di allontanarsi dall’Atalanta.
Protagonista delle voci di calciomercato da quattro mesi a questa parte è Lautaro Martinez che, a causa delle ultime prestazione ritenute ben al di sotto delle proprie qualità, è finito nel mirino dei tifosi nerazzurri poiché lo reputano distratto dalla possibilità di trasferirsi al Barcelona.

Il consiglio di Recoba sul futuro di Lautaro Martinez

In merito a questa possibilità, un ex idolo dei tifosi dell’Inter, Alvaro Recoba, ai margini di una trasmissione radiofonica uruguaiana ‘La Oral Deportiva’, ha consigliato Lautaro Martinez ad accettare le offerte dei blaugrana:

“Ai miei tempi ho preferito giocare in Italia e non in Spagna. Ma se me lo chiedessi oggi, consiglierei a Lautaro di non esitare ad andare a Barcellona. Perché il livello del Barça è al di sopra del resto del calcio mondiale”.

Le parole di Marotta sul futuro di Lautaro Martinez

Sulla sua possibile partenza invece nei giorni scorsi è intervenuto l’AD dell’Inter, Giuseppe Marotta, che a Sport Mediaset ha dichiarato: “Innanzitutto siamo l’Inter, che ha una storia abbastanza importante così come il Barcellona, e non necessariamente dobbiamo essere svenditori. Noi vogliamo crescere quindi vogliamo puntare su giovani come Lautaro Martinez o Lukaku. Sono interessanti e giovani e vogliamo crescere con loro. Ma come si sa il destino appartiene alla testa dei giocatori, se Lautaro intende stare con noi a noi fa piacere, se si farà attrarre dalle idee di altri club si faranno le valutazioni. Al momento è molto legato all’Inter e siamo orgogliosi“.

Leggi anche:  Napoli, Lozano fa la storia: gol più veloce nella storia degli Azzurri

Lautaro Martinez e l’astinenza da goal dal 26 Gennaio

L’allenatore dell’Inter, Antonio Conte, nella conferenza stampa post Napoli sui risultati raggiunti fino ad ora ha dichiarato:«Credo ci sia stata una crescita importante di tutti i giocatori, due su tutti: Lautaro e Bastoni. Il mio compito è quello di alzare il livello e migliorare i calciatori per essere competitivi». Con l’ex tecnico di Chelsea e Juventus infatti, Lautaro Martinez è migliorato nettamente rispetto al periodo in cui è stato allenato da Luciano Spalletti e, nella prima parte di questa stagione, ha realizzato ben 16 reti firmate tra campionato e coppe, diventando uno degli attaccanti di prospettiva più interessanti del panorama mondiale, attirando su di sé l’interesse di grandi club come Barcelona, Psg e Manchester City.  Ma dal 26 Gennaio (data della sua ultima rete realizzata), quella ‘garra’ e quella intensità che il ‘toro’ ha sempre offerto in ogni singola partita, sembra affievolita, il livello delle sue prestazioni è sceso a dismisura e la prestazione di Napoli, con tutte le attenuanti del caso dovute al lungo stop del mondo del calcio, ha confermato questo trend decisamente non positivo per l’attaccante argentino.
La sensazione è che Lautaro, grazie all’aiuto di Conte e dei suoi compagni, riuscirà a ritrovare la condizioni e le motivazioni giuste per terminare al meglio la propria stagione con la maglia nerazzurra, in attesa di conoscere quale sarà il suo futuro.

  •   
  •  
  •  
  •