Paolo De Paola: “Caro Sarri, le scatole girano anche ai tifosi”

Pubblicato il autore: GianmarcoMinossi Segui

Nel corso di un’intervista rilasciata all’emittente radiofonica TMW Radio, Paolo De Paola, ex direttore di Tuttosport e del Corriere dello Sport, ha toccato vari argomenti, primo fra tutti, le frasi pronunciate da Maurizio Sarri, che alla vigilia della finale di Coppa Italia ha affermato di essere infastidito quando sente dire di non aver vinto nulla in Italia:

“Le scatole girano anche ai tifosi. Lo abbiamo accolto come il Messia, ma ora deve fare un bel miracolo. Secondo me è un tecnico che incide poco nella testa dei campioni.” Parole che aprono le porte ad uno scomodo paragone: “La gestione migliore è da identificare nel rapporto tra Eto’o e Mourinho. Intendo campione chi ha un’aura importanti all’interno della squadra, nella Juventus ad esempio Chiellini, Buffon, quelli dall’identità molto forte. Passando al Sarrismo e al Sacchismo, ovvero colui che ha un’idea di gioco e vuole imporla alla squadra indipendentemente dai giocatori. Non ce l’ho con chi non è stato giocatore, ma comprendere uno sforzo e conoscere le dinamiche che coinvolgono un’atleta sono importanti. Capello ad esempio entrava nella testa dei giocatori, leggeva le dinamiche perché c’era già passato. Un allenatore deve mostrare una capacità di adattarsi, pur non tradendo le sue idee. E Sarri non lo sta facendo.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Coppa Italia, probabili formazioni Inter-Milan: dubbi per Pioli, Conte lancia Eriksen?