Sergio Ramos: “Finale contro la Juve? Merito di Zidane”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Sergio Ramos è una delle bandiere del Real Madrid, arrivato nel 2005 e prendendosi uno spazio importante in una delle squadre più importanti d’Europa e del mondo. Inoltre Sergio Ramos è uno dei pilastri della nazionale spagnola, di cui fa parte dal 2005 e dove ha collezionato 170 presenze condite da 21 gol, e la vittoria di due Europei e un Mondiale. Con i Merengues, Ramos, ha giocato 640 partite e segnato 91 gol, tantissimi per un difensore centrale, oltre al fatto che ha vinto ben quattro Champions League, di cui tre vinte di fila.

La finale di Cardiff – A proposito della vittoria della Champions League, una l’ha vinta battendo la Juventus nella finale del 2017 a Cardiff, per 4-1. Il difensore spagnolo è tornato su quella finale intervistato da Marca: “La partita? Nel primo tempo ci siamo studiati parecchio. Ma nell’intervallo Zidane ci disse di mantenere il controllo della partita, di rubare palla alla Juventus e di aggredirla – sottolinea il difensore -. Nel primo tempo eravamo bloccati, c’era rispetto e non abbiamo aggredito nella loro metà campo. Nella ripresa è stata questa la chiave. Questo cambiamento tattico ci portò dei vantaggi, poi siamo stati bravi e pazienti, riuscendo a soddisfare la volontà del nostro allenatore” afferma Sergio Ramos.

In quella partita vinta per 4-1 dal Real Madrid, l’unico gol segnato dalla Juventus è stato fatto da Mario Mandzukic, attaccante croato, che ha fatto impazzire lo stadio e i social per l’incredibile gesto tecnico. Il gol di Mandzukic è stato commentato così da Sergio Ramos durante l’intervista a Marca: “Il gol di Mandzukic? Fu un colpo di genio, una grande rete. Keylor Navas non poteva farci nulla. Dopo il terzo gol era importante congelare il possesso. Asensio fece il quarto, io ero dietro di lui, pronto a segnare. Non mi vergogno di dire che mi sarebbe piaciuto entrare nel tabellino, ma non importa” conclude il difensore.

  •   
  •  
  •  
  •