Tonali a Sportweek: “Il Milan mi ignorò. Mezzala o regista? Mi piacciono entrambi i ruoli”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

L’obiettivo dell’Inter, Sandro Tonali, ha rilasciato un’intervista a Sportweek dove rivela aneddoti interessanti del suo passato con uno sguardo al prossimo futuro, il quale potrebbe essere a tinte nerazzurre. Marotta sta portando avanti la trattativa per strapparlo alla concorrenza e sembra davvero che l’Inter abbia qualche chance in più rispetto alla Juventus. Ecco un estratto della sua intervista al settimanale dove il talento del Brescia parla pure dell’ossessivo paragone con Andrea Pirlo:

La mettiamo che, esagerando, Pirlo mi ha già dato ragione: non ci somigliamo. Ma da qui a dire che io sia un giocatore più completo di lui… Quando qui miei amici mi hanno girato sul cellulare la diretta Instagram nella quale si esprimeva così, ci sono rimasto. E ancora adesso sono senza parole. Posso solo rispondergli con un “grazie”. Di Pirlo mi piacerebbe prendergli il lancio profondo, preciso al millimetro. Oggi riesco meglio nel gioco corto. Che in verità mi viene più naturale rispetto al “lungo”. 

Il rifiuto del Milan e il ruolo in campo

Tonali rivela che in passato il Milan lo scartò ai tempi in cui militava nei giovani del Lombardia Uno:

Leggi anche:  Calciomercato Torino, possibile addio per un altro top player: il calciatore ha aperto all'addio!

Il Lombardia Uno era affiliato al Milan. Ogni due o tre mesi cinque o sei bambini venivano chiamati al Vismara, dove si allenavano i giovani del club. Non posso dire che mi abbiano scartato: non mi hanno proprio preso in considerazione. Forse ero troppo piccolo”. Quando si parla di lui è sempre acceso il dibattito sul suo ruolo: mezzala o regista? Il ragazzo ha risposto così:

“Sai che non lo so? Mi piacciono entrambi. Dipende da come si schiera l’avversario: contro un 4-4-2 ho più spazio come mezzala, se ho di fronte un trequartista mi piace stare davanti alla difesa perché, saltato lui, ho campo davanti”.

Poi un pensiero anche su Mario Balotelli, suo compagno di squadra nel Brescia:

“In allenamento fa cose che riescono a pochissimi. Perché talento sprecato? Ha giocato in grandi squadre, ha segnato tantissimi goal, ha vinto”.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,