Calcio serie A: questa edizione post-covid non finisce mai di stupire

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui


Lotta per lo scudetto e zona Champions”

Ormai il campionato è ripreso regolarmente e se prima dello stop vi erano delle certezze, adesso al ritmo di 3 partite a settimana, tutto cambia nel giro di 90minuti ad eccezione della sola zona Champions che è già  al sicuro per le prime 4.

Per lo scudetto nulla è definitivo e se antecedentemente al pareggio della Juventus contro la dea di Gasperini tutti o quasi lo consideravano un capitolo chiuso, ora dopo l’ennesima battuta d’arresto dei bianconeri a Sassuolo, il torneo è riaperto prepotentemente dalla vittoria netta degli uomini di Conte per 4 a 0 sul campo della malcapitata Spal,  che può dire arrivederci (salvo miracoli) alla massima serie.

L’Inter adesso si starà mangiando le mani per i 3 punti persi contro un grande Bologna e per i 2 contro il Verona proprio sul finire di gara.

Candreva sembra rigenerato rispetto alla scorsa stagione e dimostra che l’allenatore giusto riesce a tirare fuori il meglio da ogni singolo calciatore se c’è empatia e comprensione, ma questo e’ un altro discorso da fare in altre sedi.

La Lazio che nelle ultime 4 gare porta a casa un solo punto, la dice tutta sullo stato attuale di forma degli stessi biancocelesti. Il blocco del bomber Immobile (29 reti) mette a rischio la vittoria della scarpa d’oro in cui Ciro deve o dovrebbe raggiungere e superare il polacco Lewandowski arrivato  a quota 34, e con 5 incontri rimanenti l’Italia sana sportiva tifa tutta per lui.

La squadra di  Simone Inzaghi purtroppo per i suoi tifosi, ha messo insieme solo 7pt. sui 21 disponibili nelle 7 gare giocate fino ad oggi.
L’ unica compagine che invece non ha accusato cali di tensione è la straordinaria Atalanta che anzi ha incrementato il ritmo (22pt.su 24 disponibili), e con 93 reti in 33 incontri risulta essere tra le formazioni più prolifiche in Europa con una media di 2.81 gol a partita.
Si spera che questo entusiasmo invada  tutti anche in previsione dei quarti di finale di Champions contro il Psg di Icardi e Mbappe’, proprio per onorare al meglio le vittime del virus che ha falcidiato e fatto tremare dal terrore l’intera bergamasca.

Leggi anche:  Amichevole, Sampdoria-Piacenza: streaming gratis e diretta tv in chiaro?

” Europa League”

Per quanto riguarda la lotta per l’Europa league,  la Roma del ritrovato Zaniolo sembra essere avvantaggiata per il quinto posto rispetto al Napoli, già sicuro di partecipare alla succitata competizione  grazie alla vittoria in Coppa Italia, ed il Milan di mister Pioli; oltre al Sassuolo di De Zerbi che da quando è  ripreso il torneo ha perso solo con gli orobici per poi inanellare 7 risultati utili  consecutivi compreso il pareggio contro l’armata juventina.

Con 47pt. gli emiliani proveranno ad insidiare sino alla fine i rossoneri e gli stessi campani di Gattuso per ottenere quanto meno una classifica prestigiosa a fine campionato.

“Zona neutrale”

Il Verona ed il Bologna che sembrano gemelle per la tempra dei loro allenatori, non dovrebbero avere problemi ad accaparrarsi la nona e la decima posizione ma comunque dovranno guardarsi le spalle dal Cagliari, dal sempre imprevedibile Parma e dalla ritrovata Fiorentina che vincendo a Lecce, si è tirata fuori dalla crisi passegera che stava attraversando.

Leggi anche:  Amichevole, Sampdoria-Piacenza: streaming gratis e diretta tv in chiaro?

Sampdoria, Torino e Udinese sembrano al momento fuori dalla zona rossa della retrocessione e se continuano così nessuno potrà impensierirle per una ricaduta verso i posti di bassa classifica.

Un encomio va fatto al grande Ranieri , che con poche risorse umane ed economiche, è riuscito laddove Esusebio Di Francesco non ha potuto, ovvero salvare una squadra che pareva destinata ad una bocciatura solenne prima del suo arrivo.
In questi casi la tanta esperienza del tecnico romano ha fatto la differenza.
Quindi complimenti per ora a Re Claudio.

Lotta per non retrocedere”

La zona retrocessione appartiene al Genoa, al Lecce , al quasi retrocesso Brescia e alla Spal che con 19pt., ormai è destinata alla cadetteria dopo 3 anni di onorata e dignitosa permanenza nella serie maggiore.
Il solo Petagna non poteva risolvere tutti i problemi di una squadra che spesso dimostrava di saper giocare a calcio, ma che adesso, da quando anche Semplici non c’è più, sembra abbia  perso anche le poche certezze acquisite in questi ultimi anni.

Leggi anche:  Amichevole, Sampdoria-Piacenza: streaming gratis e diretta tv in chiaro?

Tornando al Genoa e al Lecce, assisteremo ad un tira e molla fino alla fine perché essendo distanti solo di 1pt., entrambe proveranno a vendere cara la pelle, e dati i risultati altalenanti delle 2 squadre ad oggi non sappiamo dire chi la spunterà.

La differenza la fara’ l’esperienza dei due allenatori e chi vivrà vedrà.

Chiudiamo con desolazione parlando del Brescia che all’inizio di questa serie A si presentava come una probabile rivelazione forte di 2 campioni come Balotelli e Tonali oltre a Torregrossa, Donnarumma e tanti altri ancora, ma che il continuo e ripetuto cambio di allenatori ( complice anche il covid) ha portato ai 21pt. attuali, i quali anche se non la condannano matematicamente, di fatto la relegano tra le più  brutte squadre viste in questa stagione prima del drammatico stop pandemico.

  •   
  •  
  •  
  •