Dov’è finito Miloš Krasić? Il serbo ex-Juve finito nel dimenticatoio

Pubblicato il autore: Vincenzo Agneta Segui

Ha inizio la nuova rubrica online dal nome ‘Dov’è finito..?’. Il format ha come scopo univoco quello di riportare alla luce vecchie glorie sportive, che hanno lasciato un segno (talvolta indelebile) nelle menti degli appassionati di sport, e raccontare cosa sono diventate oggi. Il primo nome è Miloš Krasić, approdato alla Juventus nel 2010 dal Cska Mosca per 15 milioni di euro.
Il serbo biondo viene subito paragonato a Nedved, paragone che presto si rivelerà piuttosto che azzardato.
Nella sua prima stagione in bianconero non gioca malissimo, però evidenzia i suoi limiti tecnici. Nonostante ciò Miloš riesce a totalizzare ben 32 presenze e 7 reti. Da ricordare la rete iconica contro la Lazio al minuto 94, che valse la vittoria della Juve per 2 a 1, e la tripletta contro il Cagliari.
Quella stagione si conclude però con il famoso episodio di simulazione contro il Bologna, che gli costerà 2 partite di squalifica a seguito della prova tv. Questo avvenimento provoca malcontento in casa Juve, poiché è risaputo che la squadra non ha mai tollerato determinati comportamenti, soprattutto sotto la gestione Agnelli.
Con l’arrivo di Antonio Conte in panchina, nella stagione 2011-2012, il serbo trova poco spazio e riesce a giocare a malapena 7 partite realizzando una sola rete. Verrà ceduto quella estate al Fenerbahce (Turchia).
Ha poi rilasciato di non essersi mai sentito a casa nella città piemontese e di non aver capito il comportamento di Conte che preferiva Lichtsteiner a lui.
Dopo una stagione in Turchia viene ceduto in prestito al Bastia (Francia), dove chiude l’annata con 21 presene e 2 reti. Ritorna in Turchia l’anno seguente e viene messo fuori rosa. Nel 2015 passa al Lechia Gdansk (Polonia), in cui milita 3 anni sino al suo ritiro, il primo dicembre 2018.
Attualmente del serbo si hanno poche notizie, causa la sua riservatezza mediatica e volontà di non apparire sui social.
Aneddoto particolare, nel 2016 ha creato un profilo Facebook soltanto per comunicare che quello fosse il suo vero e di diffidare dalle imitazioni. Insomma, quello che doveva essere una perla del centrocampo juventino si è rivelata un flop che ha ‘ingannato’ i bianconeri, soprattutto dopo che nel 2009 aveva ricevuto il premio come miglior giocatore serbo.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile
  •   
  •  
  •  
  •