FC Barcelona – Al Barça la vittoria, a l’Espanyol la Segunda

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui

Il Barça si aggiudica il derby di Barcelona; l’Espanyol retrocede in Segunda División. Questo in estrema sintesi il resoconto e i dati salienti della gara di ieri notte tra le due formazioni della Ciudad Condal. La rete della vittoria, che porta momentaneamente la formazione blaugrana a meno uno in classifica, è stata realizzata da Suarez nella ripresa che ha ripreso una conclusione di Messi respinta da un difensore su assist di tacco di Griezmann.
Il Barcelona ha affrontato il derby contro l’Espanyol riproponendo la nuova posizione in campo dell’attacco portata a Vila-real da Quique Setién. Messi più arretrato e Suarez con Griezmann di punta. Il francese ha così a disposizione una ampia zona di campo dove poter sfoderare la sua azione, non confinat0 sulla fascia sinistra come siano alla gara precedente al Villareal.

La partita è iniziata con un ritmo molto basso delle due contendenti in campo. Sopratutto il Barça ha faticato enormemente ad alzare i giri del motore, regalando in pratica tutto un tempo agli avversari. Passo da camminata, poco movimento davanti, i primi 45′ blaugrana sono stati molto sonnacchiosi. Nonostante ciò si è vista l’utilità della nuova posizione del Griezmann in Salsa Francese, con una posizione, come si diceva, molto simile a quella ricoperta nella nazionale del suo Paese. Ha scattato e si è proposto in molteplici posizioni, sopratutto al centro dello scacchiere dell’attacco barcelonista. E’ forse stato uno dei più mobili della sua squadra. Nonostante ciò e la differente posizione in classica delle due formazioni, un autentico testa-coda, è stata la squadra di Cornellà ad essere andata più vicina alla rete. In ben tre occasioni la formazione biancazzurra di Rufete ha minacciato grandemente la porta difesa da Ter Stegen. Il portiere tedesco si è dovuto superare in due occasioni per evitare la marcatura contraria. In una terza il numero uno blaugrana è stato graziato dal pallone che ha scheggiato il palo. Segnali di pericolo che il Barça non è riuscito pienamente a cogliere se è vero che per tutti i primi 45′ i blaugrana non hanno collezionato una vera occasione da rete.

Leggi anche:  La Figc multa la Juve ed i medici per non aver effettuato i tamponi a giugno

La ripresa è stata decisamente più divertente. A partire dalle due espulsioni che hanno caratterizzato la ripresa. Ansu Fati al 50′ e Pol Lozano tre minuti dopo hanno dovuto lasciare il terreno di gioco anzitempo per due rossi diretti (gialli poi trasformati in rossi dalla direzione del VAR). In 10 contro 10 le due formazioni si sono velocizzate come non mai nella prima parte di partita. Al 56′ è giunta la rete della vittoria realizzata da Suarez. Una rete a cui hanno partecipato tutti i giocatori dell’attacco: Griezmann (autore del tacco a favorire Messi); l’argentino (tiro in porta debito da un difensore); Suárez (che ha ripreso la respira e ribadito in rete). Anche questo particolare rende evidente come il nuovo Griezmann sia un altro giocatore rispetto a quello di tutta la stagione. In appena due partite il francese ha messo a segno una rete e una giocata vincente e fondamentale nella rete della vittoria. Oltre a questo, una partecipazione mai vista fino ad ora.

Leggi anche:  Probabili formazioni Inter-Juventus: ecco le scelte di Conte e Pirlo

Il Barça ha gestito bene la gara fino ai minuti finali, quando è andato in sofferenza per alcuni attacchi da palla ferma portati dalla formazione perica, spinta dall’orgoglio di non retrocedere con l’ennesima sconfitta maturata proprio sul campo del blasonato rivale cittadino. Il triplice fischio dell’arbitro Munuera Montero ha decretato la caduta dei blanquiazules nella serie inferiore dopo una permanenza in Primera durata ben 27 anni.

  •   
  •  
  •  
  •