FC Barcelona – Il Barça ritrova sorriso e vittoria contro il Villareal

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui


Il Barça riesce a spezzare la maledizione della mancata vittoria di queste prime giornate post coronavirus andando a Vila Real a conquistare tre punti conditi da una prestazione molto incoraggiante. Quattro reti nel primo tempo, tre dei blaugrana e una dei padroni di casa, e una nella ripresa il report contabile della serata.

Buon inizio di gara del Barça che ha aperto le danze alla prima occasione andando in rete con una autorete di Pau Torres, lesto ad anticipare Griezmann che si stava lanciando sul pallone per colpirlo con il tacco. Il tocco affrettato del difensore, su palla da sinistra di Jordi, se è riuscito nell’intento di evitare la battuta a rete del francese, ha però fatto terminare la palla in fondo al sacco della sua porta. Pronti via e il Barça è passato in vantaggio. Al 14′, però, è arrivato il pari dei padroni di casa. Lancio in profondità del Submarino Amarillo su rapido contropiede che ha trovato la difesa blaugrana mal piazzata. Due difensori contro Paco Alcacer. Non allineati e molto larghi, Piqué e Lenglet sono stati bucati dalla velocità dell’attaccante ex Barcelona che ha impostato l’azione offensiva sulla quale è giunto il pareggio su tap-in di Gerard Moreno. Una bella soddisfazione per un giocatore dalla lunga militanza all’Espanyol. Il pareggio non ha smontato o impaurito la formazione dell’ex allenatore del Betis. E sì, che con tutte le polemiche di varia natura che stanno montando in questi ultimi giorni a Can Barça, il pareggio della formazione amarilla avrebbe potuto certamente minare le certezze blaugrana. La vittoria del Madrid a San Mames, con l’ennesima spinta del VAR per i blancos, avrebbe potuto pesare con un macigno. Il Barça ha invece mantenuto i nervi calmi e la mente fredda e ha ripreso a manovrare con familiarità. Al 20′ è poi la rete di Suarez con l’azione capolavoro di Leo Messi  che ha riportato anche la serenità nei cuori. L’argentino è partito dalla sua metà campo con un sombrero e ha cavalcato verso l’area di rigore per cedere il pallone al suo socio che, di prima, ha messo un pallone sotto la traversa del palo lontano. Una rete da applausi. Il 2-1 ha rasserenato ulteriormente i visi dei giocatori blaugrana, oggi con la terza maglia verdina stile Kappa fine anni 90. La terza rete è così giunta con tiro altrettanto spettacolare di Griezmann, che ha ricevuto da Messi e con un tocco morbidissimo al limite dell’area ha scavalcato il portiere del Villareal con una vaselina che ha baciato la parte bassa della traversa e si è insaccata con il classico rumore del pallone che gonfia la retina del canestro in una partita di basket: ciofffff!

Leggi anche:  Inter, il Barcellona offre 55 milioni per Lautaro più un giocatore

La ripresa è stata giocata a ritmi più bassi rispetto ai primi 45′. Il Barça ha rallentato la circolazione del pallone per congelare il gioco. Il Villareal, da parte sua, non è stato ficcante come nella prima parte di gara. I cambi di Setién hanno ravvivato il gioco blaugrana. Riqui Puig e Ansu Fati hanno dato vivacità alla manovra dei suoi. In campo anche Rakitic, Araujo e Braithwaite. Al 70′ è stato il turno di Messi ad andare in rete dopo una azione a mille tocchi partita da destra, continuata a sinistra e terminata ancora da dove era iniziata. La rete del Diez è stata però vanificata dall’intervento del VAR che ha segnalato all’arbitro un fuorigioco di Vidal nel corso della lunga manovra della squadra. La rete dell’1-4 è comunque arrivata anche se dai piedi di Ansu Fati. Il ragazzo è stato protagonista di una azione personale molto interessante con un tiro tagliato sul primo palo che ha completamente messo fuori causa difensori e portiere avversario. Sul finale c’è stato spazio per una traversa colpita da Messi su punizione. Una vittoria che rasserena tutto l’ambiente e rassicura alcuni giocatori. Primo tra tutti Griezmann autore di una splendida prova di elevata qualità ed effettività.

  •   
  •  
  •  
  •